Italia prima in Europa per motociclisti morti sulla strada

Tutto il mondo viaggia su scooter e biciclette italiane, ma l’Italia non le tutela.

Dalla Conferenza Stampa della Fondazione Ania di presentazione della campagna di educazione stradale 2013:

In Italia gli utenti deboli della strada fanno registrare per il 2011:

  • 589 morti tra i pedoni
  • 1.088 morti sulle due ruote a motore
  • 282 morti sulle biciclette.

Ricordiamo inoltre, che in un contesto Europeo, l’Italia si trova in una condizione tra le più critiche rispetto  ai Paesi UE27. Nel 2010 (ultimi dati disponibili per l’Europa) l’Italia è il 1° paese in UE27 per numero di morti sulle due ruote e 3° per quanto riguarda i morti sulle biciclette e pedoni.

Qui i rapporti Ania sugli incidenti stradali.

Quello che lega questi numeri è la grande disattenzione di codice stradale, istituzioni e cultura comune rispetto agli utenti deboli sulle strade italiane: motociclisti, ciclisti, pedoni, bambini. Dai bambini che non possono più andare a scuola da soli (per i pericoli del traffico caotico di quasi tutte le città italiane) ai motociclisti uccisi dalle auto, c’è un filo comune: la disattenzione culturale e pratica.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Prevenzione incidenti, Trasporto sostenibile e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a Italia prima in Europa per motociclisti morti sulla strada

  1. Pingback: Come la lobby delle auto mise fuori legge i pedoni

  2. Pingback: Vai più veloce? Rischi di più e non è nemmeno detto che risparmi tempo

  3. Pingback: Se la pubblicità delle auto fosse basata sui fatti invece che sui desideri…

  4. Pingback: La velocità è un diritto, la vita un po’ meno…

  5. Pingback: Manifestazione nazionale “#30elode” VeloLove #Salvaiciclisti, 14 giugno a Roma | Benzina Zero

  6. Pingback: Perché gli automobilisti non capiscono i ciclisti.

  7. Pingback: L’orsa spaventa, l’auto blu uccide.

  8. Pingback: I ciclisti sportivi sono antipatici. Ma le auto sono pericolose. | Benzina Zero

  9. Pingback: Incidenti mortali. Cosa c’entrano i ciclisti sui marciapiedi?

  10. Pingback: Complicazioni e burocrazia. L’idea di Assoedilizia per la sicurezza stradale.

  11. Pingback: Sicurezza stradale, i dati Istat 2013

  12. Pingback: Italia: ogni anno 600 pedoni uccisi. «La colpa è quasi sempre degli automobilisti» | Benzina Zero

  13. Pingback: Italia: record mondiale per auto e moto. Per disorganizzazione e malagestione | Benzina Zero

  14. Pingback: Un caso esemplare di mala-vigilanza urbana: multano la vittima | Benzina Zero

  15. Pingback: Costruisci una strada, e attiri il traffico | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...