Difendi la tua bicicletta dai furti. Consigli utili e un appello Fiab Versilia

Guida anti furto contro furti di biciclette

Alcuni consigli utili per non farsi rubare la bici

Qui un appello e una serie di consigli e considerazioni generali di Fiab Versilia Biciamici, l’associazione di ciclisti urbani nata a Viareggio e attiva nell’area della Versilia. Firma l’appello e leggi le considerazioni, soprattutto se sei un amministratore pubblico, un vigile urbano, un responsabile scolastico, un insegnante responsabile dell’educazione dei giovani, ma anche se sei semplicemente il proprietario di una bici o un ciclista urbano.

Rastrelliera FIAB

La rastrelliera ideale secondo Fiab. Questo modello a “U rovesciata” consente di legare la bici in alto, comprendendo sia il telaio, sia la ruota davanti. Volendo si può anche legare la bici in due punti, in corrispondenza dello sterzo, e in corrispondenza del sellino. Ogni archetto può ospitare due bici. Nello spazio di un singolo posto auto, questo genere di rastrelliere può ospitare ben 10 biciclette.

Alcuni consigli utili:

  1. Se la bici è di valore, non risparmiare proprio sull’antifurto, o sugli antifurti;
  2. Lega sempre la bici più in alto possibile: se usa un tronchese per tagliare il cavo o la catena, il ladro non può far leva contro il pavimento.
  3. Lega sia la ruota davanti, sia il telaio (questo è il motivo per cui i ciclisti esperti preferiscono i pali segnaletici e le ringhiere rispetto a rastrelliere progettate male o installate male)
  4. Valuta due o più sistemi di legatura. Quando parcheggi in una zona che non conosci, se leghi la bici in due punti diversi con due sistemi diversi (ad esempio una catena e un archetto a u) il ladro potrebbe non avere due tipi di attrezzatura con sé e comunque ci mette più tempo a scassinare tutto. Possono essere motivi validi per farlo desistere (oppure, è spiacevole dirlo, per fargli preferire una bici meno protetta). Due antifurti sono meglio di uno, soprattutto se la maggioranza dei ciclisti ne usa uno solo o magari nessuno.
  5. Più ciclisti in gruppo possono legare le bici a coppie o in gruppi incatenati di tre o quattro bici, soprattutto se non ci sono pali o rastrelliere efficaci.
  6. Gli antifurti economici, tipo il filo d’acciaio a spirale, possono servire per legare il sellino. In alternativa, può essere una buona idea sostituire la chiusura rapida del sellino con vite e dado.
  7. In caso di furto avere una foto della propria bici da allegare alla denuncia può facilitare il ritrovamento e può servire per testimoniare la proprietà.

Nessun antifurto è sicuro al 100%. Usare diversi metodi contemporaneamente aiuta a scoraggiare i ladri. Qui un test di 10 lucchetti per biciclette offre alcune indicazioni utili su pro e contro dei diversi sistemi.

Qui la testimonianza di un ladro di biciclette di Milano, con alcune informazioni sul modus operandi suo e dei suoi colleghi.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Consigli tecnici e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Difendi la tua bicicletta dai furti. Consigli utili e un appello Fiab Versilia

  1. Pingback: La grande truffa dell’automobile | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...