Turismo. La Versilia deve pedalare di più

Flavio Briatore, fra le sue varie attività è anche socio di uno stabilimento balneare a Marina di Pietrasanta, al confine con Forte dei Marmi.

Flavio Briatore, fra le sue varie attività è anche socio di uno stabilimento balneare a Marina di Pietrasanta, al confine con Forte dei Marmi.

Flavio Briatore, personaggio controverso ma con una esperienza internazionale e concreta, in un’intervista al Corriere della Sera ha espresso una serie di critiche sulla gestione del turismo in Versilia, molte delle quali fondate.

In particolare osserva:

“In Toscana, invece, anche gli aeroporti non sono all’altezza. Quello di Firenze, poi, andrebbe potenziato e invece sono sempre lì a litigare. Per non parlare poi dei treni…».

Parliamone, Briatore, parliamone…

«Sa quanto s’impiega in treno da Milano a Forte dei Marmi? Più di quattro ore. Io guardo con nostalgia le località turistiche in altre parti del mondo che sono raggiunte da infrastrutture eccellenti. Se poi a questo aggiungiamo la carenza di strutture ricettive, i problemi si aggravano. Mancano campi da golf, perché non si possono costruire per il solito proibizionismo. Mancano locali, persino alberghi che diversifichino la domanda. Ci devono essere hotel per tutte le tasche, spa, palestre, attrazioni che abbiano un solo obiettivo: coccolare il turista. Insomma, in Versilia bisogna creare un turismo a misura di turista e non di chi si fa il bagno, il bar, il ristorante e il negozio. Altrimenti…»

Oltre all’assenza della cultura del servizio, Briatore evidenzia anche un altro problema storico della Versilia e, per certi versi, di gran parte d’Italia: la sottovalutazione del ruolo delle infrastrutture per il turismo.

Con poche eccezioni, gli amministratori Versiliesi negli ultimi 30 anni hanno realizzato un’urbanistica tutta finalizzata ad ampliare gli spazi per le auto, partendo dal presupposto, sbagliato, che i turisti si muovono in auto. Viareggio e Lido di Camaiore, negli anni passati, sono state trasformate in parcheggi a pagamento, ritagliando posti auto ovunque, particolarmente a Viareggio. Non hanno mai investito per valorizzare i collegamenti ferroviari e aerei.

È stata una politica poco lungimirante, e i risultati si vedono adesso, perché contribuiscono all’attuale crisi del turismo versiliese.

I turisti migliori, quelli più ricchi e quelli che pesano meno sul territorio perché non chiedono parcheggi, non usurano le strade e non scassano i marciapiedi parcheggiando irregolarmente (è documentato che i turisti in auto spesso sono più indisciplinati dei residenti, quando viaggiano fuori dalla loro area di residenza), vengono spesso in aereo e in treno. Oppure vengono in auto e poi la lasciano parcheggiata per tutto il soggiorno muovendosi in bici.

I turisti che vengono con i mezzi pubblici, oppure meglio ancora con formule treno+bici o aereo+bici (magari a noleggio sul posto) lungi dall’essere poveracci che non possono permettersi l’auto, sono, per forza di cose, turisti che devono acquistare più servizi in loco: dormire, mangiare, accessori di consumo, spettacoli e divertimenti serali eccetera. Se sono stranieri, hanno inoltre una particolare fame di musei, spettacoli, gite organizzate.

A differenza di chi viaggia in auto e dei vacanzieri da seconda casa, non hanno la possibilità di fare riempire il bagagliaio al centro commerciale e prepararsi i pasti in casa, o trascorrere i pomeriggi piovosi guardando la tv.

Qui l’intera intervista a Flavio Briatore.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Cicloturismo, Versilia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...