Il paradiso dei ciclisti sportivi. L’Italia? No, Taiwan

Taiwan bikers paradise paradiso dei ciclisti

Intralcio alla circolazione o flusso di turisti? (Pagina pubblicitaria uscita su The Economist, September 6th 2014)

“Taiwan, il paradiso del ciclista”…

Mentre in Italia ci si lamenta dell’intralcio alla circolazione (anche su strade di montagna da 30 kmh in macchina), e mentre i ministeri competenti dormono da anni sui temi di ciclabilità, ciclismo urbano, ciclismo sportivo e cicloturismo, Taiwan esce con questa pagina pubblicitaria sull’Economist (il settimanale internazionale più influente del mondo): Taiwan, the biker’s paradise, per promuovere il turismo e il Taiwan Cycling Festival 2014.

Forse perché hanno scoperto che i ciclisti sportivi, come i golfisti e altri sportivi “alto-spendenti”, e come i cicloturisti, quando viaggiano spendono, vanno al ristorante, in albergo e acquistano servizi.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Bici nel mondo, Ciclismo sportivo, Cicloturismo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...