Automobilisti che non rispettano distanze e codice stradale

Un ciclista è stato tamponato da un’auto a Forlì. La ricostruzione dell’articolo è automobilisticamente circospetta – leggendo sembra che l’auto andasse da sola – ma è evidente che c’è stata sottovalutazione delle distanze e imprudenza in un sorpasso, su strada urbana, da parte dell’automobilista.

Quando un’auto tampona un’altra auto nel 99% dei casi ha torto. Perché dovrebbe essere diverso se tampona un ciclista?

Anche nel caso in cui il ciclista avesse scartato lateralmente per evitare la portiera aperta improvvisamente  da un’auto parcheggiata (ipotesi nell’articolo) l’automobilista sorpassante ha calcolato male le distanze per il sorpasso. Il codice stradale italiano, spesso scritto male e ambiguo, prescrive di lasciare “un’adeguata distanza laterale”. In altri paesi questa distanza viene prescritta con precisione: da 90 cm a 1,5 metri.

In ogni caso, quando gli automobilisti non rispettano il codice, e le distanze, magari perché aprono la portiera incautamente o perché sorpassano a distanza troppo ravvicinata, sono pericolosi. Molto più pericolosi di ciclisti e pedoni.

E andrebbero puniti molto più severamente di come prevede attualmente il codice della strada italiano.

Qui l’articolo completo.

Rispetta il ciclista

  • Articolo 167, comma 7. “È fatto divieto a chiunque di aprire le porte di un veicolo, di discendere dallo stesso, nonché di lasciare aperte le porte, senza essersi assicurato che ciò non costituisca pericolo o intralcio per gli altri utenti della strada.”
  • Articolo 148, sorpasso. Il conducente deve verificare “che la strada sia libera per uno spazio tale da consentire la completa esecuzione del sorpasso, tenuto anche conto della differenza tra la propria velocità e quella dell’utente da sorpassare, nonché della presenza di utenti che sopraggiungono dalla direzione contraria o che precedono l’utente da sorpassare.  3. Il conducente che sorpassa un veicolo o altro utente della strada che lo precede sulla stessa corsia, dopo aver fatto l’apposita segnalazione, deve portarsi sulla sinistra dello stesso, superarlo rapidamente tenendosi da questo ad una adeguata distanza laterale e riportarsi a destra appena possibile, senza creare pericolo o intralcio. “

Qui un altro caso emblematico: 27 metri di frenata e l’auto investe il ciclista.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...