Scontri auto-bici: come prevenirli

Incidenti auto-bicicletta

Il codice della strada italiano prescrive a tutti i veicoli (auto, motocicli, veicoli commerciali, biciclette) di tenere la destra. Ma non è una prescrizione tassativa indipendente dalle condizioni effettive della strada e del traffico. Infatti anche nel caso delle bici si dice più vicino possibile non più vicino in ogni caso.

Soprattutto in città, può essere pericoloso per una bicicletta tenere troppo la destra. Nella figura alcune casistiche:

  1. L’auto rossa esce da una via senza diritto di precedenza o da un passo carrabile e non vede la bici troppo a destra. Credendo che la via sia libera investe o rischia di investire la bici.
  2. L’auto rossa deve voltare a sinistra e non vede la bici coperta dall’auto bianca. Voltando a sinistra, se non rallenta adeguatamente, investe o rischia di investire la bici.
  3. L’auto rossa sorpassa la bici e volta a destra tagliandola la strada perché non l’ha notata oppure perché pensa che sia più lenta di quello che è.
  4. L’auto sorpassa senza tenere adeguata distanza laterale e senza cambiare corsia (come sarebbe prescritto dal codice, art 148, Sorpasso).

In tutti e quattro i casi l’auto ha torto.

In ambito urbano per le biciclette, se il margine non è totalmente libero da ostacoli, è più sicuro tenere almeno un metro di distanza dal margine destro, oppure altrettanta distanza dalle auto parcheggiate anche per evitare pericolosissime aperture inattesa delle portiere. Sulle strade strette a senso unico, dove non è possibile il sorpasso sicuro, è meglio stare al centro (come consiglia anche il Ministero dei Trasporti britannico), soprattutto se ci sono auto parcheggiate.

In ambito extra-urbano va notato che auto e camion che raggiungono delle biciclette NON hanno immediato diritto di sorpasso in ogni condizione: in tutti i casi devono assicurarsi di poterlo fare in condizione di sicurezza e successivamente attendere che le bici si facciano da parte per facilitare il sorpasso se le condizioni della strada lo rendono impossibile altrimenti.

Infine: secondo uno studio della Polizia di Toronto su 2572 incidenti, nel 90% dei casi la responsabilità, almeno in ambito urbano, è degli automobilisti.

Qui le indicazioni Fiab sullo stesso tema, con alcune considerazioni su spirito e lettera del Codice della strada (in fondo al post).

[Immagine reperita via @twowheeledtank]

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Scontri auto-bici: come prevenirli

  1. EcocentricaMente ha detto:

    peccato che poi gli automobilisti ti maledicano se osi camminare un po’ più a sinistra…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...