Come rallentare le auto (tecnica garantita)

Come si vede dal filmato, le persone che guidano un’auto difficilmente rallentano se vedono dei pedoni o dei podisti a lato della strada che potrebbero attraversare.

Ma rallentano subito, e talvolta si fermano procedendo con la massima circospezione se le persone tengono un cavo invisibile, magari un filo d’acciaio, che potrebbe danneggiare l’auto.

“L’ostacolo è abbastanza duro da rovinare la mia auto?”
In pratica, a meno che la persona che guida non sia molto bene educato in fatto di codice della strada e soprattutto di sicurezza e prevenzione, NON rallenta se pensa che un potenziale ostacolo non possa danneggiare l’auto, mentre rallenta subito se teme danni all’automobile.

È anche la motivazione per cui molti parcheggiano con due ruote sul marciapiede pur essendo sufficientemente larga la carreggiata per parcheggiare a fianco: per dare più spazio possibile alle altre auto in modo che non possano investire la propria. Timore solitamente irrazionale perché è difficile che un automobilista investa un oggetto fermo a lato della strada. E grazie a questo timore spesso totalmente irrazionale, le auto rovinano i marciapiedi, intralciano i pedoni oppure occupano le piste ciclabili.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Automobile, Curiosità e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...