Dietro alle bici a 15 kmh si circola, dietro alle auto ci si ferma in coda.

Lo dimostrano spesso gli stessi filmati pubblicati su Youtube per “stigmatizzare” i ciclisti in gruppo.

Come si vede dal breve filmato:

  • NON c’è nessun reale intralcio alla circolazione
  • NON c’è nemmeno un reale rallentamento: nella strada urbana che si vede nel video difficile sostenere che l’auto avrebbe potuto andare in sicurezza a velocità molto superiori rispetto alle biciclette.

Ogni giorno la maggior parte degli intralci alla circolazione gli automobilisti li trovano a causa di altri automobilisti:

  • code ai semafori
  • ingorghi agli incroci
  • incidenti che ostruiscono la strada
  • parcheggio in doppia fila
  • flussi delle ore di punta

Dietro alle bici a 15 kmh si circola, dietro alle auto ci si ferma in coda.

Qui alcune riflessioni più articolate sul problema generale dei ciclisti sportivi.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo sportivo, Ciclismo urbano, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...