Una scomoda verità: in 100 anni è morta più gente in auto che in guerra

Camion Peugeot della I Guerra Mondiale. Ha l’aria innocua ma è più pericoloso di una bomba. In cento anni ha fatto più morti il motore a scoppio della guerra.

Il 24 maggio 2015 è arrivato il centesimo anniversario dell’ingresso dell’Italia nella I Guerra Mondiale.

Nei fiumi di retorica versati in questi cento anni sulla guerra e sulla pace, viene sempre dimenticata una verità molto scomoda:

In questi cento anni sono morte per incidenti stradali più persone (uomini, donne e bambini) che in tutte le guerre avvenute nel mondo. 

E il numero di vittime dell’automobilismo e del motore a scoppio continua a crescere, anche senza tenere conto delle vittime e dei problemi dell’inquinamento generato dall’uso eccessivo di idrocarburi (malattie respiratorie, tumori, riscaldamento globale).

Oggi, si tratta di un milione e duecentomila morti l’anno su scala globale. Un milione e duecentomila disgrazie in famiglia, con un numero proporzionale di feriti gravi:

Per stare in Italia, si tratta di 500 incidenti al giorno, con circa 10 morti e circa 720 feriti gravi ogni giorno (dati Istat).

Secondo il Pulitzer Center, organizzazione che studia le crisi mondiali, la tendenza globale dei morti per sinistri stradali dovrebbe passare, ogni anno, da 1,2 milioni di morti attuali a 3,6 milioni di morti entro il 2030 (sperando che entro quella data arrivino le auto senza pilota a salvarci per ridurre il conteggio e smentire la stima).

Qui la mappa delle morti stradali nel mondo (Pulitzer Center). Cliccando sulle diverse nazioni è possibile vedere il numero di morti ogni 100.000 abitanti di quella nazione. Da notare che, più il paese è povero, più alto il numero di morti in percentuale.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Motori e dolori, Storia dell'automobile e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...