La malafede delle Case Automobilistiche. Sintesi del caso Volkswagen [The Economist]

L’andamento dei titoli VW e dell’industria dell’auto nei giorni immediatamente seguenti all’esplosione dello scandalo dei motori diesel truccati.

Qui l’Economist, in un lungo articolo, fa una sintesi del caso Volkswagen, la scoperta di un meccanismo software installato su circa 11 milioni di vetture (500.000 negli USA) al fine di mascherare le vere emissioni di gas inquinanti su strada.

Ecco alcuni dei punti del lungo e approfondito articolo:

  1. In una settimana il valore del titolo Volkswagen è calato di un terzo;
  2. L’azienda rischia miliardi di dollari di multa e infinite spese legali e richieste di danni;
  3. Il capo dell’azienda, costretto alle dimissioni, era responsabile della Ricerca e Sviluppo all’epoca in cui è stato iniziato l’uso del marchingegno che modificava le emissioni ai fini dei test (2009);
  4. Lo scandalo riguarda i motori diesel, che notoriamente offrono economia di esercizio ma producono maggiori gas inquinanti rispetto ai motori a benzina, a meno di non adottare dispositivi relativamente costosi che diminuiscono resa e prestazioni; [secondo uno studio, le emissioni di auto e camion provocano 58.000 morti l’anno solo negli Stati Uniti]
  5. Lo scandalo è esploso pubblicamente il 18 settembre 2015, quando l’Epa, Environment Protection Agency statunitense, ha rivelato la presenza di software maligno (software con scopi non legali) in 584.000 auto con motore Diesel di produzione Volkswagen vendute negli Stati Uniti (il software potrebbe essere installato in circa 11 milioni di veicoli di produzione Volkswagen);
  6. Le conseguenze legali e finanziarie possono essere enormi per l’azienda, con la compromissione del segmento diesel sicuramente negli Stati Uniti, e probabilmente con un forte impatto anche a livello europeo;
  7. I primi dubbi sono emersi nel 2013 a seguito dei test dell’organizzazione non governativa International Council on Clean Transportation;
  8. L’articolo esamina i possibili motivi per cui VW ha intrapreso una simile truffa, fra cui gli obiettivi la leadership mondiale nel settore auto per dimensioni, per cui la ricerca di quote di mercato a qualsiasi costo ha fatto passare sopra ad altre considerazioni di qualità anti-inquinamento;

The Economist %22The Dirty Secrets of Car Industry%22 sept 2015

Emerge un’informazione importante, anche se già nota:

I costruttori barano nei test sui consumi, e fanno lobby a livello legislativo per avere test più agevoli. Volkswagen non sembra essere l’unico costruttore che usa questo o quel sistema per simulare minori emissioni o maggiore economia di consumo:

“It may turn out that other manufacturers are using similar software to cheat on either NOx or carbon-dioxide tests. The NOx emissions from new diesel cars in Europe are on average five times higher on the road than in tests; some cars run at ten times the limit, according to T&E. But even if they are not, a wider understanding of the bogus way in which the system runs seems sure to provoke action, and weaken the power of the industry to keep the system lax. Carmakers have been lobbying against the EU’s plans to introduce more realistic cycles into their tests by 2017, saying it can’t be done until 2020.”

“Può emergere che anche altri costruttori usino simili programmi software per ingannare sulle emissioni di ossidi di azoto e anidride carbonica.   In Europa le emissioni di ossidi delle nuove auto diesel sono in media cinque volte maggiori su strada rispetto ai test; in alcuni casi fino a dieci volte, secondo il gruppo di pressione T&E [Transport & Environment]. Ma anche in caso contrario, una maggiore comprensione pubblica di come funziona il fallace sistema dei test probabilmente provocherà azione legislativa e indebolirà la capacità dell’industria di ammorbidirlo a loro vantaggio. I costruttori hanno lottato attivamente contro l’intenzione di introdurre test più realistici entro il 2017, affermando che non potevano essere adottati prima del 2020.”

Qui l’intero articolo dell’Economist A Mucky Business – Systematic fraud by the world’s biggest carmaker threatens to engulf the entire industry and possibly reshape it.

Da notare che i problemi possono riguardare anche i consumi delle auto a benzina, perché risulta che modelli simili venduti in Europa e negli Usa offrono consumi diversi.

AGGIORNAMENTO – Qui un articolo di Wired sul rapporto “Mind the gap”, relativo alle differenze di risultati dei test sulle emissioni se fatti in condizioni di laboratorio (con vari accorgimenti per ottimizzare il rendimento del motore) rispetto a quando eseguiti in condizioni reali. Tutte le principali marche hanno grossi scostamenti, con il record per Mercedes Classe E (53%).

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Automobile, Motori e dolori e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a La malafede delle Case Automobilistiche. Sintesi del caso Volkswagen [The Economist]

  1. Pingback: Vecchi altarini del marketing Volkswagen [La Repubblica] | Benzina Zero

  2. Pingback: L’inquinamento non è il problema principale dell’automobile | Benzina Zero

  3. Pingback: Parlamento EU e industria dell’auto ammettono: vi abbiamo fregato per anni | Benzina Zero

  4. Pingback: Diesel: inquinano di più, forse per scelta costruttiva [indagine – BBC News] | Benzina Zero

  5. Pingback: Lapsus freudiano dell’Audi: il dinosauro è l’auto. | Benzina Zero

  6. Pingback: Le automobili inquinano molto di più di quel che dice la pubblicità [The Economist] | Benzina Zero

  7. Pingback: Uso dell’auto: Germania e Stati Uniti a confronto | Benzina Zero

  8. Pingback: Pubblicità automobilistica: 1932, le previsioni Fiat per l’Italia, poi avverate [Video] | Benzina Zero

  9. Pingback: Le aziende automobilistiche sono abituate a mentire al pubblico | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...