Perché in città è essenziale andare a meno di 30 kmh per prevenire incidenti

Moderazione del Traffico tempi di reazione 30 kmh 50 kmh

Ecco per quale motivo chi investe un pedone o un ciclista spesso dice “non l’avevo visto”: guidava distratto o troppo veloce.

Questa immagine spiega bene i motivi per cui in città andare a velocità superiori ai 30 kmh comporta un grande pericolo in caso di imprevisto per tutti gli utenti deboli della strada: bambini, animali, ciclisti, anziani, donne con passeggini, motociclisti:

  1. A 30 kmh il tempo di reazione di fronte a un imprevisto comporta 8 metri di percorso;
  2. Lo spazio di frenata di un’automobile a 30 kmh è di soli 5 metri;
  3. Fra tempo di reazione e spazio di frenata il veicolo che viaggiava a 30 kmh percorre 13 metri;
  4. A 50 kmh durante il tempo di reazione si percorrono 14 metri, quasi il doppio rispetto ai 30 kmh;
  5. Lo spazio di frenata a 50 kmh è 14 metri;
  6. Lo spazio totale percorso dalla percezione del pericolo al totale arresto dell’autoveicolo è di 28 metri per l’autoveicolo che va a 50 kmh;
  7. A velocità superiori gli spazi si allungano ulteriormente: riflessi fulminei e freni eccezionali non impediscono di percorrere molte decine di metri con l’auto talvolta fuori controllo.
  8. Inoltre, con l’aumentare della visibilità si stringe l’angolo visuale della persona al volante, che spesso, in caso di incidente, infatti dice “non l’avevo visto”.

Non l’avevi visto perché o eri distratto o andavi troppo veloce. O entrambe le cose.

Per quelli che pensano che 30 kmh in città sia troppo poco, sappiano che la velocità media delle automobili in città è molto più bassa.

Qui altre informazioni utili “Zona 3o for Dummies” dal sito Fiab Versilia Biciamici.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Consigli tecnici, Educazione stradale, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Perché in città è essenziale andare a meno di 30 kmh per prevenire incidenti

  1. Pingback: Hai paura di morire? Compra un suv. Però rischi di restare paralizzato. | Benzina Zero

  2. Pingback: Pedoni e ciclisti che “si buttano” sulle strisce… È vero? | Benzina Zero

  3. Pingback: La guida distratta è un problema, ma la velocità è un problema più grosso. | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...