Sentenze incomprensibili: investe ciclista, fugge, assolta per motivi di salute

Le sentenze della giustizia italiana sono spesso paradossali.

Investe un ciclista, fugge, per il giudice non è colpevole “per motivi di salute”:

Lei davanti al giudice ha raccontato che di quell’incidente nel pomeriggio del 14 marzo di tre anni fa, a Sesto, non ricorda nulla. Da vent’anni soffre di un problema di salute per il quale è in cura: «Ad esempio mi accade di bloccarmi e ripetere la medesima parola due, tre volte. Così mi dicono perché io non me ne accorgo».

«Una volta in garage ho notato il parabrezza danneggiato – dice – ma in quel momento non ho compreso cosa fosse accaduto». Ha associato quel danno a un precedente incidente avvenuto sempre quel pomeriggio mentre era davanti alla scuola dei nipoti, un episodio che a suo dire l’avrebbe fatta agitare e innescato la sua condotta successiva, quando ha investito il ciclista.

Ma allora come fa ad avere la patente?

Qui l’intero articolo, dal sito Asaps Associazione Sostenitori e Amici della Polizia Stradale.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Motori e dolori e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...