L’auto moderna nasce dalla bicicletta

Pochi sanno che la prima auto funzionante fu di derivazione tecnologica ciclistica. La narrazione popolare vede la civiltà umana spostarsi per millenni a piedi, cavallo e carretto finché un giorno qualcuno ebbe l’idea di mettere un motore a una carrozza. È una semplificazione sbagliata.

In realtà, dal 1860 al 1930 circa il veicolo privato per eccellenza fu la bicicletta: fu il primo vero veicolo privato e conobbe grande diffusione e popolarità prima fra aristocratici e benestanti, poi, col calare del prezzo, nelle classi popolari. La diffusione fu tale, a milioni di esemplari in tutta Europa e negli Stati Uniti, che generò una vivacissima industria, un forte commercio e una grande ricerca tecnologica di soluzioni tecniche e costruttive.

Tecnologia e strade per milioni di ciclisti
Fu grazie alla diffusione della bicicletta che nacque l’esigenza di strade lisce, pianeggianti e ben ricoperte da asfalto o altri materiali. Per i cavalli senza rimorchio lo sterrato era generalmente più confortevole e comunque, anche se facevano più fatica trascinando la carrozza, la facevano loro e non il cavaliere, il cocchiere o i passeggeri della carrozza.

Inoltre nacquero o furono messe a punto prima per la bicicletta, rispetto ad altri veicoli, queste innovazioni meccaniche fondamentali per il successivo sviluppo dell’automobile:

  1. Cuscinetto a sfere
  2. Ruote a raggi con numerosi raggi d’acciaio per leggerezza ed elasticità
  3. Trasmissione a catena
  4. Pneumatici (ideati per le carrozze, senza successo, e successivamente applicati in larga scala alle biciclette)

Lo dimostra anghe visivamente la prima automobile funzionante della storia, la prima che ebbe anche successo commerciale e venne effettivamente usata in strada: la “Benz Patent Motorvagen”, chiamata, appunto, anche “Velociped, costruita da Karl Benz, il futuro fondatore della Mercedes Benz.

1885Benz Velociped

Come si vede dall’immagine, la derivazione ciclistica è chiarissima. Oltre ad essere un vero e proprio triciclo, ha grandi ruote a raggi, trasmissione a catena e telaio tubolare. Secondo alcuni storici è probabile che gran parte dei pezzi, escluso il motore a scoppio e la selleria, fossero di derivazione ciclistica. Le carrozze storicamente sono state costruite in modo totalmente diverso, inadatto per uno sviluppo automobilistico. Alla stessa maniera, la motocicletta nacque dalla bicicletta, aggiungendo dapprima motore e serbatoio a un telaio ciclistico, e solo successivamente sviluppando soluzione tecniche specifiche.

Patentmotorwagen_mit_Benz

Karl Benz a bordo del suo triciclo a motore.

Fra le altre cose, lo dimostra anche il fatto che molte grandi marche automobilistiche sono nate come costruttori di biciclette, curriculum condiviso anche dai Fratelli Wright, gli inventori del primo aeroplano in grado di volare, anch’esso costruito con molti elementi di derivazione ciclistica. Probabilmente la tecnologia ciclistica, a fine 1800, insieme alla tecnologia ferroviaria, era fra i campi di applicazione tecnologica più avanzati del tempo.

Per approfondire il tema, una lettura indispensabile è “Road Were Not Built for Cars” di Carlton Reid, con prefazione dell’Automobile Club Britannico. Qui la recensione in italiano.

 

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Storia dell'automobile. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...