Simona Tagli, incompetente che parla di traffico e biciclette (e Parisi l’ha ascoltata…)

simona-tagli2-600x400

Consulente di Stefano Parisi per traffico e mobilità

Simona Tagli, candidata consigliere comunale di Milano per Fratelli d’Italia a sostegno di Stefano Parisi candidato sindaco per il centro destra, è un esempio da antologia di persona totalmente incompetente sul tema della mobilità che parla di argomenti che non conosce pensando che basti avere la patente per capirne e non sia necessario studiare cosa fanno nelle altre città del mondo.

La sua tesi elettorale è che le piste ciclabili tolgono spazio alle auto e le biciclette rallenterebbero il traffico (!). A parte che nei percorsi urbani sotto i 5 km la bicicletta è ampiamente competitiva tanto con l’auto quanto con i mezzi pubblici, è evidente che Simona Tagli, per quanto apprezzabile come soubrette quando era al culmine della sua carriera televisiva, parla di argomenti che non conosce.

Per esempio in questo intervista filmata, esordisce affermando: “A New York sulla V Avenue non ho mai visto una pista ciclabile”.

Si tratta di un esempio a sproposito, totalmente sbagliato, che dimostra una colossale disinformazione.

  1. New York ha visto una vera rivoluzione ciclabile e pedonale negli ultimi dieci anni. Basta guardare questo filmato.
    NYC Streets Metamorphosis from STREETFILMS on Vimeo.
  2. A New York il 56,5% delle famiglie NON possiede neppure l’auto.
  3. A Times Square, la piazza più frequentata del mondo, passano più pedoni che veicoli.
  4. New York, a confronto di Milano e di molte città italiane eccetto Venezia, è un vero paradiso per i pedoni: marciapiedi larghissimi, divieto di parcheggio sulla strada in ampie zone di Manhattan, e dal 2007 ampie zone pedonali e ciclabili.
  5. New York è la prova che anche in città grandissime per estensione e numero di abitanti, ridimensionare l’auto privata conviene e anzi migliora la qualità della vita e la competitività commerciale della città.

Qui l’intervento di Jeannette Sadik-Kahn, assessore al traffico di New York dal 2007 al 2013 al TED Talks. Spiega come bisogna fare esattamente il contrario di quanto raccomandato da Simona Tagli per migliorare il traffico:  dare più spazio ai pedoni e ai clicisti.

 

AGGIORNAMENTO – Stefano Parisi, Candidato sindaco a Milano, ha ascoltato Simona Tagli, e la Stampa gli fa notare che forse ha fatto una gaffe: Milano, gaffe di Parisi: “Mai visto ciclabili sulla 5th Avenue”. Solo a Manhattan 386 chilometri.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Trasporto sostenibile e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...