Chi assicura le auto a guida automatica? [The Economist]

secretary_kerry_views_the_computers_inside_one_of_googles_self-driving_cars_at_the_2016_global_entrepreneurship_summits_innovation_marketplace_at_stanford_university_27786624121

Secondo alcuni commentatori la domanda “chi è responsabile in caso di incidente che coinvolge auto a guida automatica?” sembra l’enigma insolubile dell’industria automobilistica perché in caso di incidente stradale e in assenza di guidatore sembra quasi impossibile assegnare una responsabilità.

In realtà la risposta è abbastanza semplice: o il produttore, o il proprietario del veicolo. E la decisione probabilmente la deve prendere il legislatore. Ecco alcuni elementi da considerare:

  1. Secondo alcune stime con la diffusione dell’auto a guida automatica gli incidenti dovrebbero diminuire almeno dell’80%, visto che attualmente più del 90% degli incidenti sono causati da errore umano. Togliendo l’uomo dalla guida, dovrebbe sparire la maggior parte degli errori umani.
  2. Questo potrebbe comportare una contrazione enorme del mercato assicurativo automobilistico.
  3. La diminuzione degli incidenti dovrebbe comportare anche una grande diminuzione dei premi assicurativi, con conseguente risparmio per gli assicurati (e minor fatturato per gli assicuratori).
  4. Resta ancora da stabilire, in base a legislazione o a giurisprudenza, se il responsabile di eventuali incidenti è il proprietario del veicolo, il costruttore, o il produttore del software, o tutti e tre in diversa misura a seconda dei casi.
  5. Uno scenario possibile è che la maggior parte delle auto a guida automatica facciano parte di flotte di car sharing, monomarca o multimarca.
  6. Le assicurazioni dovrebbero quindi specializzarsi nell’assicurazione di flotte di veicoli ad uso pubblico, invece di assicurare prevalentemente singoli veicoli privati come fanno oggi.
  7. Alcuni costruttori-gestori di flotte potrebbero anche auto-assicurarsi, gestendo in proprio tutte le problematiche relative ai sinistri, dalla prevenzione degli incidenti alla liquidazione dei danni.

Mettendo insieme la diminuzione degli incidenti, ovvero l’implicita maggiore sicurezza delle auto a guida automatica, insieme con l’interesse dei produttori a vendere il loro prodotto, è probabile che questi siano disponibili ad assumersi la responsabilità di eventuali sinistri visto che probabilmente saranno in grado di controllare gran parte dei parametri.

Qui l’articolo dell’Economist che esamina il tema: “Look, no claims”

 

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Automobile, Trasporto sostenibile e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Chi assicura le auto a guida automatica? [The Economist]

  1. jan ha detto:

    Lo scenario delle flotte car sharing autonome è plausibile, già adesso gli operatori (car2go/Daimler, Enjoy/FCA) integrano al loro interno in ottica aziendale diverse funzioni separate. Enjoy/FCA sta estendendo alla flotta di auto i sensori/scatole nere di rilevamento sinistri, con ovvie ricadute sui premi assicurativi che pagheranno.

    Le flotte autonome però in questo caso agiranno nelle aree urbane più dense IMHO, mentre l’auto privata sarà sempre necessaria nelle aree extraurbane. Saranno anche soggette a tutte le inefficienze del traffico automobilistico, come ore di punta, direzionalità del traffico eccetera. In questo senso l’articolo del Guardian sui sobborghi USA mi pare fuori strada:

    https://www.theguardian.com/cities/2016/sep/26/sidewalk-labs-google-mass-sharing-driverless-cars-reshape-suburbs

  2. Pingback: “Come guideremo nei prossimi 100 anni?” si chiede BMW nel suo spot. Alcune ipotesi | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...