Problema parcheggi: la Cina ripete gli stessi errori dell’Occidente

Ciclisti arroganti automobili Milano 7
Come viene brillantemente risolto il problema del parcheggio per esempio a Milano. In Cina stanno imparando anche loro.

Neo-automobilisti e urbanisti di paesi in via di sviluppo scoprono presto un problema dell’automobile: sarà anche bella, ma in tutte le città è in-gom-bran-te.

In Cina lo stanno scoprendo adesso, non avendo imparato niente da cento anni di errori urbanistici di Europa, Stati Uniti e resto del mondo. Se circolano tante auto, mancano sempre i parcheggi. Per consentire un minimo di circolazione occorrono 1,3 posti auto per veicolo. In molte città cinesi gli spazi legali disponibili sono molti meno.

Questa è la situazione in Cina, analoga peraltro a quella di molte città italiane pur dopo quasi cento anni di motorizzazione spesso anarchica (L’Italia è il paese con la maggiore densità di auto pro-capite, con Roma la capitale più congestionata d’Europa).

Da notare che 1,3 posti-auto per ciascuna automobile è un parametro minimale e assolutamente ottimistico: i posti auto non sono facilmente ottimizzabili e ogni automobile in media ha bisogno di tre parcheggi per poter circolare: sotto casa, presso il posto di lavoro e presso il negozio dove si fa la spesa. Se una città è costruita con il criterio dei quartieri dormitorio e di zone industriali e quartieri per uffici, i parcheggi sottocasa restano vuoti di giorno e i parcheggi sotto il lavoro restano vuoti di notte. Ecco perché il problema del parcheggio resta insolubile in tutte le città del mondo, a meno che non venga ridotto il numero di automobili in circolazione spostando la mobilità sui mezzi pubblici e su mezzi alternativi come biciclette tradizionali e biciclette elettriche, come hanno fatto in Olanda e in Danimarca. Los Angeles ha 3,3 posti auto per ogni automobile: in teoria dovrebbe essere il paradiso, in realtà hanno grossi problemi di traffico e parcheggio anche lì.

Perché questo errore si ripete, con regolarità, in tutte le città del mondo, da quasi un secolo negli Usa e da 70 anni in Europa? Per un semplice fenomeno: l’industria dell’auto fa una forte pressione pubblicitaria, di marketing e politica per vendere auto, lasciando il cerino in mano all’automobilista e al pianificatore urbano per risolvere il problema dei parcheggi. Che si può risolvere in un solo modo: diminuendo il numero di auto in circolazione in città, come hanno fatto a Copenhagen, Amsterdam e numerose altre città in Danimarca e in Olanda. Infatti nessuna città al mondo ha risolto il problema dei trasporti urbani privilegiando l’automobile privata: semplicemente non funziona, la città si congestiona.

Qui l’articolo completo dall’Economist sul caso cinese: China’s other car problem.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Automobile, Motori e dolori, Parcheggi e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Problema parcheggi: la Cina ripete gli stessi errori dell’Occidente

  1. Pingback: In città l’automobile ha fallito le sue promesse pubblicitarie e di mobilità | Benzina Zero

  2. Pingback: Perché c’è traffico anche a Los Angeles? | Benzina Zero

  3. Pingback: Come stimare la presenza di posti auto in una città | Benzina Zero

  4. Pingback: L’industria dell’auto agisce come l’industria del tabacco | Benzina Zero

  5. Pingback: I parcheggi in città sono spazio sprecato [The Economist] | Benzina Zero

  6. Pingback: Abbiamo davvero bisogno di tutte queste auto? [Spot Uber] | Benzina Zero

  7. Pingback: Perché i parcheggi gratis per pochi costano cari per tutti? | Benzina Zero

  8. Pingback: Perché i parcheggi gratis per pochi costano cari per tutti? — Benzina Zero – Onda Lucana

  9. Pingback: Se l’automobile è un mezzo di trasporto così bello, come mai in Cina c’è traffico e problemi di parcheggio? | Benzina Zero

  10. Pingback: I costi dei parcheggi in Europa. A Roma i prezzi più bassi. | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...