Uso dell’auto: Germania e Stati Uniti a confronto

indicatori-trasporti-usa-germania-traffico-incidenti-costi-automobile-bici-mezzi-pubblici

Clamorosi i dati sugli incidenti: i tedeschi vanno molto di più in bici, ma in Germania muoiono molti meno ciclisti in incidenti stradali rispetto agli Stati Uniti. (tabella da Citylab)

Invidi gli americani perché pagano poco la benzina? Ripensaci. Rispetto agli americani i tedeschi possiedono meno auto, guidano meno, camminano e pedalano di più. E in più sono più magri, muoiono di meno in incidenti stradali e spendono meno per i trasporti.

Nella tabella in alto tutti i dati a confronto. Particolarmente clamorosi i dati sugli incidenti: negli Usa gli incidenti stradali sono più del doppio che in Germania (11 morti ogni 100.000 abitanti negli Usa, 5,1 in Germania); gli incidenti negli Usa sono di più anche in proporzione ai km percorsi: 7,1 per miliardo di km contro 5,9.

Ancora più clamorosi i dati sui ciclisti: i tedeschi vanno in bicicletta molto di più degli americani, ma ci sono molti meno morti fra i ciclisti in Germania rispetto agli Stati Uniti: 5,5 morti ogni milione di km negli Usa contro 1,6 morti in Germania (meno di un terzo). Da notare che negli Usa per i ciclisti quasi dappertutto è obbligatorio il casco mentre non lo è in Germania.

Interessanti anche i dati sui costi. Gli americani, nonostante la benzina a basso prezzo e prezzi più convenienti delle automobili più diffuse a parità di gamma, spendono di più per i trasporti rispetto ai tedeschi. 

Idem i governi. L’amministrazione pubblica statunitense spende 625 dollari pro capite in costruzione e manutenzione delle strade, mentre l’amministrazione tedesca spende 460 dollari, ovvero circa un terzo in meno.

In questo articolo di Citylab “All the Ways Germany Is Less Car-Reliant Than the U.S., in 1 Chart” c’è anche un confronto fra le aree urbane di Stoccarda e Washington, analoghe per tipologia territoriale e popolazione.

Da notare che la Germania è il paese di Volkswagen, Audi, Opel, Bmw, Mercedes e Porsche, per cui non si può dire che la lobby dei costruttori automobilistici non sia presente (come si vede dalla tolleranza tedesca sul Dieselgate). Però nella pianificazione urbana sono stati generalmente tenuti presenti i vantaggi del trasporto pubblico e della ciclabilità tanto per i costi pubblici e privati, quanto per la salute pubblica.

Da notare anche che negli Stati Uniti possono esserci grandi differenze fra alcune zone urbane ed altre. New York per esempio è una città con una diffusione dell’auto privata relativamente scarsa: il 56,4% delle famiglie newyorchesi non hanno l’auto.

 

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Automobile, Bici nel mondo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...