Se ciclista e pedone hanno sempre ragione, diminuiscono gli incidenti

Screenshot 2017-03-15 18.02.02

In Olanda se un camion investe un ciclista mentre passa col rosso pedalando senza mani, il camion ha torto.

Contrariamente a quello che potrebbe pensare chi è abituato alle polemiche italiane automobilisti-ciclisti, questa impostazione fortemente protettiva nei confronti degli utenti deboli riduce gli incidenti stradali.

Il motivo è semplice: mentre automobilisti e camionisti sono doppiamente protetti dall’assicurazione obbligatoria e dalla lamiera del veicolo, il ciclista imprudente rischia di finire all’ospedale. Questo è un buon motivo per fare attenzione e non passare col rosso con troppa disinvoltura.

È anche un buon motivo per responsabilizzare di più chi guida il veicolo più pericoloso.

Anche i ciclisti devono stare attenti ai pedoni
Oltre che con i veicoli a motore, il principio vale anche fra ciclisti e pedoni. Se un ciclista investe un pedone, il ciclista ha torto sempre. E anche in questo caso invece di pedoni kamikaze che si lanciano sotto auto e bici l’effetto complessivo è quello di diminuire gli incidenti sia per numero sia per gravità.

È più piacevole guidare negli Usa o in Olanda? La risposta ti sorprenderà
Nell’articolo dell’Economist
si confrontano gli effetti degli opposti atteggiamenti verso i ciclisti dei codici della strada Olandese e Statunitense. Negli Stati Uniti in genere auto e bici vengono posti sullo stesso piano dal punto di vista delle regole, e quando un’auto investe un ciclista, l’automobilista se la cava a buon mercato anche se uccide il ciclista con propria colpa: al massimo una multa.

Negli Stati Uniti il tasso ciclisti uccisi in incidenti stradali va da 58 a 109 ogni miliardo di km percorsi, mentre in Olanda si parla di 12 ciclisti, ovvero meno di un quinto del tasso di uccisioni stradali americane. E, va aggiunto, negli Usa è pure spesso obbligatorio l’uso del casco, mentre in Olanda questo obbligo non esiste.

L’Olanda è anche uno dei paesi europei con meno incidenti stradali in proporzione alla popolazione e – sorprendentemente per chi vede il mondo in un’ottica “automobilisti contro ciclisti” – è anche il paese dove è più piacevole guidare la macchina.

 

 

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Codice della strada, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...