“A fine anno risparmio uno sfracello di soldi…” testimonianze da Roma

dite agli automobilisti che possono andare al lavoro anche senza fare ore di coda

Perché usi la Bici? Ecco alcune risposte:

Alessandra – Io ero stufa di aspettare l’autobus per andare a lavoro in centro… Con la macchina manco a pensarci… Ho montato una cassetta sulla bici per trasportare cose e via… ora non riesco a scenderne più e sono già quasi 3 anni ormai

Leone – Ho cominciato a spostarmi in bici perché avevo una stazione del bike sharing sotto casa ed una sotto all’ufficio e mi dissi perché no? Comodissimo.
Poi il bike sharing passo all’atac ed io passai ad una bici personale!
È anche per questo che vorrei che Roma si dotasse di un servizio di bike sharing degno di una capitale europea, ma ormai ho perso ogni speranza!

Adriano –  Mi sono semplicemente fatto due conti:
Casa-università: 5 km
Automobile: tra i 20 ed i 30 minuti + parcheggio (tempo indefinito)
Mezzi pubblici: 50 min a salire
Mezzi pubblici + pieghevole: 30 minuti fino a 50 quando non si riusciva a salire in metro.
Bici:15/20 minuti

Ginevra – Avevo la moto, sono diventata insofferente alla ricerca del parcheggio e al traffico anche da dueruotista, l’evoluzione naturale è stata la bici.

Daria – io non c’avevo più na lira!

Oscar – Io sono di origini romagnole e ho imparato prima ad andare in bici che a camminare

Mafalda – Non conosco altro modo per perdermi ridendo.
E pure se mi costa più dell’auto, sticazzi.

Marco – facciamo outing, via:
uno dei primi motivi è che m’hanno levato la patente sei mesi dopo una birra media (una Affligem di Natale) che m’ha sballato l’etilometro. alle tre di notte dell’otto gennaio di rientro in un paese nel buco del culo del mondo. fatemi causa.
mi toccò anche cambiare lavoro, alla fine forse m’è andata pure di culo.
poi niente, ciò preso gusto. mi son reso conto che alla fine dell’anno risparmiavo uno sfracello di soldi. dopo ho cominciato a trasportarci la bimba quando è nata, a andarci a giro quando potevo, a trovare qualcuno a cui piacesse andar piano e senza tutine.
ora sostanzialmente è che mi fa quasi fatica anche camminare: è troppo pratico per rinunciarci, e il vantaggio più grande forse è di sbollire le tensioni, oltre al tempo in più, e al fatto che sto pure meglio di quando avevo 15 anni meno, nonostante le birre siano rimaste le stesse.
o forse anche perché le birre sono rimaste le stesse.
e poi perché mi piace vedere di nuovo la mia città, ma anche le altre, a un ritmo che sia il mio.

Irene – Io abitavo a Villa Gordiani, dovevo lavorare allo struario e non guido. Sono passata da un’ora e mezza sui mezzi a 40 minuti attraverso il parco degli acquedotti, che adoravo ed adoro… Il lavoro è diventata una cosa bella tra un tragitto e l’altro ancora più belli, decompressione quotidiana

Michele – Avevo le ciclabili sotto casa, qui a Prati ce ne sono tante. Per un po’ di anni l’ho considerato solo un mezzo ludico, ci facevo le passeggiate per rilassarmi e smaltire lo stress…poi dopo il famoso incidente sulla metro A, ho preso in considerazione la possibilità di usarla come mezzo di spostamento abituale…da allora è il mio mezzo abituale di spostamento in città, oltre ai piedi…

Daniele – D’estate andavo al mare a Fregene, avevo 10/12 anni, potevo andare ndo cazzo me pareva, 30 anni fa c’erano poche macchine e io scoprii la libertà e l’indipendenza, per quanto possa essere indipendente un ragazzino. Crescendo mi sembrava naturale usare il più possibile la bici anche a Roma e non ho mai smesso.

Testimonianze dal Gruppo Facebook Salvaiciclisti-Roma.

Juri – Io mi ci alleno e faccio 20 euro di benzina al mese. In più non mi sento come una sardina in scatola

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Testimonianze. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...