Le multe non resuscitano i morti

zona 30 effetti diverse velocità pericolo

Effetti delle diverse velocità in automobile su pedoni e ciclisti. Le multe non resuscitano i morti, e nei contesti urbani andare a velocità superiori ai 30 km/h raramente è utile o giustificato, per molti motivi:

  1. La velocità media delle auto è molto bassa8 km/h nelle ore di punta, 16 km/h nelle altre ore). Accelerare a 40-50 km/h non alza la media e non rende significativamente più breve il tragitto.
  2. Circolando a velocità inferiori ai 30 km/h diminuiscono incidenti, morti e feriti.
  3. Diminuiscono consumi e inquinamento locale.
  4. Diminuisce il rumore di fondo.

È del tutto inutile correre in auto, visto che normalmente in città le biciclette per andare da A a B ci mettono un tempo uguale o minore delle automobili.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Prevenzione incidenti, Trasporto sostenibile e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le multe non resuscitano i morti

  1. Stefano ha detto:

    “normalmente” e “mediamente” vogliono dire poco in questo contesto, al pari di “buon senso”, di cui ci potremmo aspettare essere intriso l’automobilista di turno. Spunti interessanti, ma l’articolo lo trovo un po’ troppo poco approfondito.

    Ad esempio a che velocità avvengono mediamente gli incidenti tra auto e pedoni in funzione del limite massimo di velocità? Perché qua stiamo trascurando totalmente i riflessi del conducente, e non va così bene.

    Inoltre siamo sicuri che mettere limiti più bassi comporti che tutti gli utenti li rispettino?

    • Gianni Lombardi ha detto:

      Clicca sui link, trovi approfondimenti dei diversi punti. Mettere limiti più bassi non garantisce che tutti li rispettino, ma si è visto che riduce il numero di incidenti, morti e feriti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...