50 ciclisti in gruppo intralciano meno di 50 automobili

sorpasso_ciclisti

Quale gruppo è più facile da sorpassare? E se invece fossero tutti i automobile?

Gli automobilisti che non vanno in bicicletta e quindi non conoscono abbastanza le dinamiche del traffico e della mobilità dal punto di vista dell’utente debole, si lamentano sempre dei ciclisti sportivi e amatoriali che – secondo loro – sarebbero il grande problema del traffico italiano.

A parte l’evidente errore di diagnosi (il problema principale del traffico italiano sono le automobili, per il semplice fatto che sono tantissime e molto ingombranti, sia ferme sia in movimento), prendiamo qualche misura:

  • 50 ciclisti in fila per due rappresentano un gruppo lungo circa 75 metri;
  • 50 ciclisti in fila per tre rappresentano un gruppo lungo circa 48 metri;
  • 50 auto con una persona a bordo se sono in coda ferme rappresentano una coda lunga 250 metri;
  • 50 auto a 30 km/h che procedono regolarmente mantenendo le distanze di sicurezza (9 metri distanza di sicurezza minima + 5 metri per la lunghezza del veicolo) sono un serpentone di circa 700 metri;
  • Se andassero con grande attenzione e regolarità a 50 km/h, 50 auto sarebbero un serpentone lungo circa 950 metri (14 metri di distanza di sicurezza + 5 metri per ciascun veicolo).

È evidente che per un automobilista conviene trovare sulla sua strada 50 ciclisti invece di 50 automobilisti a 30 km/h.

Infatti il gruppo di ciclisti va relativamente piano ma difficilmente si ferma. Un gruppo di 50 auto non può che creare code, rallentamenti e pericolo:

Se andassero tutti regolarmente a 20 km, tenendo rigorosamente le distanze, otterrebbero la massima efficienza di transito (il massimo numero di veicoli che passano sulla corsia), ancora di più che a 30 km/h. Ma come si sa, su 50 automobilisti ci sono inevitabilmente quelli che hanno fretta, quelli che pensano di essere piloti di Formula 1, quelli che vogliono sorpassare a tutti i costi, quelli che se non hanno pazienza con 50 ciclisti a 20-30 km/h, difficilmente ce l’hanno con 50 automobilisti a 20-30 km/h. Ed ecco che i sorpassi e il mancato rispetto delle distanze costringono gli altri automobilisti a frenare, si formano i rallentamenti ulteriori o peggio ancora l’incidente che blocca tutti (qui filmati e il link a un simulatore che illustra come si formano le code).

Infatti l’unica maniera per condurre insieme tanti veicoli a motore è la colonna militare, in cui i veicoli vanno relativamente lenti e mantengono accuratamente le distanze. E che è decisamente difficile da sorpassare, anche se si ha fretta…

Altre considerazioni sul tema:

Sintesi: o si vieta ai ciclisti sportivi di circolare, oppure si regolamenta meglio il fenomeno, rispettando prioritariamente la sicurezza dei ciclisti rispetto alla fretta e la pericolosa voglia di velocità degli automobilisti. Anche perché la fretta degli automobilisti è spesso controproducente.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo sportivo, Educazione stradale e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 50 ciclisti in gruppo intralciano meno di 50 automobili

  1. Pingback: Quando gruppi di auto intralciano i ciclisti | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...