Sorpasso a 1,5 m: può essere verificato e sanzionato

In molti paesi europei il sorpasso dei ciclisti è regolato da una distanza minima laterale di 1,5 metri da parte del mezzo a motore che sorpassa. In alcuni stati Usa la distanza è stabilita in 3 piedi (90 cm) in città, e 5 piedi (1,5 metri) fuori città. Recentemente è stato proposto di adottare analoga misura anche in Italia, dove il codice attualmente dice solo che il veicolo che sorpassa deve mantenere un'”adeguata distanza” di sicurezza.

Una delle obiezioni che viene fatta alla proposta di legge è che sarebbe impossibile verificarne la violazione.

Come dimostra il video, non è vero. La polizia di Houston quando pattuglia le strade in bicicletta persegue chi viola la distanza di sicurezza. L’opera di pattugliamento e prevenzione secondo la polizia ha migliorato le modalità di sorpasso delle bici da parte delle auto, dimezzando i sorpassi pericolosi.

Si può comunque obiettare che non tutti i ciclisti hanno le strumentazioni di cui dispone la polizia di Houston. Ma molti ciclisti hanno una videocamera sul casco o sul manubrio che può agevolmente documentare le violazioni più palesi. Certo, in caso di sorpasso a 1,49 cm magari il video del ciclista può non essere sufficiente per provare il sorpasso pericoloso. Ma in molti casi sì:

Helmet camera footage is also being accepted as evidence by WMP, something the force feels is essential to tackling close passes, making the threat of detection possible at any time.

Filmati fatti con videocamere su casco sono accettati come prova dalla West Midland Police, cosa che la polizia ritiene essenziale per ridurre i sorpassi pericolosi, rendendo la sanzione possibile in molti casi.

Si tratta solo di adeguare la legislazione ai nuovi strumenti tecnici, accettando come prove per una denuncia i filmati dei ciclisti che, in molti casi, sono più che sufficienti per dimostrare l’avvenuto sorpasso pericoloso.

Inoltre, nel malaugurato caso in cui l’auto in fase di sorpasso investa un ciclista, con la legge del metro e mezzo è chiaro chi ha il torto ed è chiaro chi deve esercitare prudenza in quanto fattore di pericolo: è il veicolo che sorpassa e non certo il ciclista che, legittimamente può dover sbandare per una buca, un ostacolo improvviso o per quella che guarda caso è sempre la prima ipotesi negli incidenti automobilistici, ma non lo è mai nei caso dei ciclisti: un malore improvviso.

Qui il fermo immagine del sorpasso del video della Polizia di Houston:

sorpasso pericoloso auto bici houston-close-pass-facebook

Come si vede, anche senza misurazione, è chiarissima la violazione della distanza di sorpasso.

Immagine e video dall’articolo Near Miss of the Day 9: Houston driver gets a little too close to a cycling police officer.

Conosci casi o legislazioni analoghe in altri paesi europei? Segnala casi, articoli di legge e informazioni utili nei commenti.

 

 

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Codice della strada, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Sorpasso a 1,5 m: può essere verificato e sanzionato

  1. Luca Malfatti ha detto:

    Ciao!
    Non so di preciso che strumentazioni sia montata sulla bici della polizia, ma con Arduino si può facilmente ed economicamente costruire un sensore di distanza che funziona da 4 cm a 4 metri ed implementare uno schermo LCD che indichi la distanza di sorpasso precisa o LED che si accendono ad una determinata distanza. Certo, fino a che non c’è una legge precisa “adeguata distanza” può significare tutto e il contrario di tutto, ma per fare una statistica sui sorpassi pericolosi potrebbe essere interessante.

  2. Luca ha detto:

    Purtroppo però in provincia moltissime strade non hanno fisicamente le dimensioni delle carreggiate tali da consentire un sorpasso del genere … 😦 … e quindi tutti in fila dietro alle bici ?!?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...