Quello che a Firenze non hanno capito del traffico

capacita cc 80-diversi-veicoli-auto-bici-bus-tram-rapid-transit-treno

La macchina è il mezzo più inefficiente e ingombrante per muoversi in città: 2000 persone l’ora contro 20.000 di autobus e tram.

Firenze ha probabilmente il record europeo di automobili per abitante: 666 ogni mille abitanti nel 2015. Il traffico a Firenze è sempre caotico.

Quello che non hanno capito a Firenze è un concetto molto semplice:

sono le automobili che creano il traffico. 

Se hai 2 auto ogni 3 abitanti hai una richiesta di strade e parcheggi enorme che nel centro urbano di Firenze è semplicemente impossibile da soddisfare. A Los Angeles ci sono 3,3 posti auto per ciascuna automobile, e hanno traffico e problemi di parcheggio anche lì, figuriamoci in una città medievale-rinascimentale come Firenze. Per parcheggiare un’auto occorrono 25 metri quadrati di territorio (qui la spiegazione), per parcheggiarne 400 occorre un ettaro di spazio. Dove li trovi ettari ed ettari di spazio a Firenze? Qualcuno risponde: sottoterra. Risposta teorica: i parcheggi sotterranei costano circa 20-30.000 euro per posto auto (a Firenze, con tutte le problematiche archeologiche e geologiche, probabilmente di più). Inoltre le rampe di ingresso e uscita dei parcheggi sotterranei, oltre ad essere generalmente brutte, in superficie occupano lo spazio di una piazza. Infine nessuno ama girare per tre piani sottoterra per trovare parcheggio, poi farsi qualche centinaio di metri a piedi sottoterra per arrivare all’ascensore e trovarsi comunque a una certa distanza dalla destinazione. Tanto vale usare i mezzi pubblici e poi andare a piedi, in termini di gradevolezza del viaggio.

Per arginare l’invasione di auto a quali soluzioni pensa l’assessore al traffico Stefano Giorgetti, intervistato da Repubblica? Abbassare i prezzi dei parcheggi in prossimità quando il parcheggio della Stazione di Santa Maria Novella è pieno.

Cioè la gente il sabato e la domenica arriva in macchina alla stazione ferroviaria (dove un singolo treno può scaricare in 2 minuti la gente che in auto ci mette un’ora) e, se trova il parcheggio pieno, la si incoraggia a parcheggiare in altri parcheggi nelle vicinanze?

L’idea sarebbe quella di offrire ad un prezzo simbolico il parcheggio più vicino. Cioè quello della Leopolda. Da dove si può comodamente raggiungere la fermata della tramvia di Porta al Prato per arrivare subito dopo alla stazione di Santa Maria Novella.

Probabilmente l’assessore non sa che i parcheggi attirano traffico auto, o forse, più probabilmente, non vuol dire ai fiorentini che il problema del traffico auto sono le auto.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Trasporto sostenibile. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Quello che a Firenze non hanno capito del traffico

  1. luis ha detto:

    Il problema è enorme:
    – ATAF smantellata, poche corse, costose e senza garanzia di arrivare nel tempo stabilito
    – Ciclisti dissuasi in ogni modo dal pedalare per utilità e non solo per svago
    – Continui lavori stradali, dai tempi della assurda Ovonda (assurdo il nome quanto il fatto)
    Mettici poi che il fiorentino alla guida è un imbranato che non capisce nemmeno il senso del procedere disposti per file nelle corsie, e non sa affrontare le rotonde, ed ecco che la città è un inferno.
    La politica dovrebbe permettere alle persone di NON prendere la macchina, e potersi recare al lavoro, a fare acquisti, a bere in centro e a ballare in discoteca SENZA prendere il proprio mezzo.
    Pensiamo anche solamente agli anziani COSTRETTI a prendere la macchina per andare al supermercato: sono un pericolo per se stessi e per gli altri!

    Mi piace

  2. maverlin ha detto:

    a Firenze tutto porta a SMN!!!
    ci vorrebero:
    bus con persorsi circolari;
    capilinea bus decentrati rispetto a SMN magari collegati con marciapiedi mobili;
    bus transitanti nelle prossimità dei nodi e non con capilinea;
    Itinerari bus con percorsi razionali.

    Mi piace

  3. Alice ha detto:

    Condivido totalmente l’intenzione dell’articolo e ringrazio per i link.
    Ma non è affatto vero che Firenze detenga “il record europeo di automobili”, nemmeno quello italiano. Si può controllare sullo stesso sito che citi:
    http://www.comuni-italiani.it/statistiche/veicoli.html

    Mi piace

    • Gianni Lombardi ha detto:

      È vero: in termini di statistica esatta è possibile che qualche città abbia una maggiore densità di autoveicoli. In tutti i casi Firenze è nella parte alta della classifica, vicino ai vertici. A Firenze inoltre c’è anche un numero sproporzionato di scooter e motocicli.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...