Anche i vigili di Torino fanno sicurezza “educando le vittime”

Corpo di Polizia Municipale Torino Sicurezza Stradale Screenshot 2017-10-16 16.31.31

Educazione stradale a Torino

Nel sito dei vigili urbani di Torino c’è una sezione dedicata all’educazione stradale. Qui sopra la videata della pagina sulla Sicurezza Stradale, con l’indice delle sezioni.

È interessante notare che ci sono un sacco di raccomandazioni per tutti gli utenti della strada… eccetto il principale responsabile degli incidenti stradali in Europa e nel mondo: l’automobilista.

Nella pagina sulla bicicletta una serie di raccomandazioni generiche, fa cui due particolarmente interessanti. La prima:

  • attenzione alle auto parcheggiate i cui conducenti talvolta aprono d’improvviso la portiera;

Per capire il problema di questa raccomandazione, guardiamo la differenza con quello che dice il Ministero dei Trasporti inglese:

  • All’automobilista: “Guarda prima di aprire la portiera”

  • Al ciclista: “Pedala a un metro dalle auto parcheggiate per evitare le portiere aperte senza guardare”

È chiara la differenza? La Polizia Municipale di Torino fa una raccomandazione generica alla vittima. Il ministero inglese raccomanda all’autore dell’infrazione di guardare bene prima di aprire la portiera. E, costruttivamente, raccomanda al ciclista di pedalare a un metro dalle auto parcheggiate. Ovvero interviene costruttivamente sui comportamenti, senza dimenticare il responsabile dell’infrazione e del pericolo.Campagna-UK

La seconda interessante raccomandazione della Polizia Municipale di Torino ai ciclisti:

La precedenza occorre darla sempre…

  • ahimè, anche ai prepotenti che non rispettano il nostro diritto di precedenza: NE VA DELLA NOSTRA INCOLUMITÀ!

Ovvero, rinuncia del tutto al diritto di precedenza se vai in bicicletta, in qualsiasi situazione…

Manca del tutto la responsabilizzazione di auto, motocicli e furgoni nei confronti degli utenti deboli, come sarebbe previsto anche dal codice della strada, visto che i ciclisti, i pedoni e i disabili sono tutti considerati utenti deboli della strada.

L’unica raccomandazione agli automobilisti nelle pagine sull’educazione stradale della Polizia Municipale di Torino? Mettete le cinture di sicurezza.

 

Altri comuni che affrontano con una certa superficialità il problema della mobilità ciclistica sia in fatto di prevenzione sia, in certi casi, di normativa:

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...