1,2 milioni di morti, da 20 a 50 milioni di feriti gravi. Per incidenti stradali, più morti di guerre e crimini

Brisbane car accident incidente auto epoca

Morti violente nel 2002 secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità

  • 172mila per cause di guerra 
  • 569mila per atti criminali
  • 873mila suicidi 
  • 1,2 milioni in incidenti stradali.

“Il problema degli incidenti stradali nacque prima dell’introduzione dell’automobile. Ma fu con l’auto – e conseguentemente autobus, camion e altri veicoli – che il problema crebbe rapidamente. Secondo varie fonti, il primo scontro con feriti fu subito da un ciclista a New York il 30 maggio 1896, seguito qualche mese dopo dalla prima uccisione, un pedone investito a Londra [da un’auto]. Nonostante le preoccupazioni espresse sin da subito, ancor oggi gli incidenti stradali esigono il loro pedaggio mortale. Anche se il numero esatto non sarà mai conosciuto, il numero di morti è stato prudentemente calcolato in 25 milioni di morti al 1997. I dati dell’OMS mostrano che nel 2002 nel mondo quasi 1,2 milioni di persone sono morte per indicenti d’auto (vedi Allegato Statistico, tavola A2). Rappresentano una media di 3.242 persone morte ogni giorno per ferite da incidenti stradali. Oltre queste morti, si stima che ogni anno globalmente vengano ferite o diabilitate fra 20 e 50 milioni di persone.”

The road traffic injury problem began before the introduction of the car. However, it was with the car – and subsequently buses, trucks and other vehicles – that the problem escalated rapidly. By various accounts, the first injury crash was supposedly suffered by a cyclist in New York City on 30 May 1896, followed a few months later by the first fatality, a pedestrian in London (3). Despite the early concerns expressed over serious injury and loss of life, road traffic crashes have continued to this day to exact their toll. Though the exact number will never be known, the number of fatalities was conservatively estimated to have reached a cumulative total of 25 million by 1997 (4). WHO data show that in 2002 nearly 1.2 million people worldwide died as a result of road traffic injuries (see Statistical Annex, Table A.2). This represents an average of 3242 persons dying each day around the world from road traffic injuries. In addition to these deaths, between 20 million and 50 million people globally are estimated to be injured or disabled each year (2, 5, 6).

Il documento completo è scaricabile qui: WORLD REPORT ON ROAD TRAFFIC INJURY PREVENTION 2002 WHO

Il link originale è qui.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Motori e dolori e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a 1,2 milioni di morti, da 20 a 50 milioni di feriti gravi. Per incidenti stradali, più morti di guerre e crimini

  1. Pingback: “Automobilisti innervositi? No buono. Pedoni innervositi? Buono, così stare alla larga da strade.” [Road & Track – Esquire] | Benzina Zero

  2. Pingback: Se ami gli animali dovresti occuparti di più di sicurezza stradale. 1,5 milioni di animali uccisi ogni anno in Italia, centinaia di milioni nel mondo | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...