Quello che Elon Musk non ha capito del traffico

20180210_fbp003_0

Elon Musk è un genio ed è ammirevole per le sue capacità imprenditoriali e organizzative, ma non ha capito come funziona il traffico.

Il problema chiave è che le auto private stanno ferme per il 95% del tempo e sono molto ingombranti sia ferme sia in movimento. Quando si muovono raggiungono la massima efficienza se vanno a 20 km/h tenendo bene le distanze. Se vanno più veloci l’efficienza diminuisce perché devono mantenere distanze di sicurezza molto più ampie e sulla strada passano meno veicoli nell’unità di tempo (infatti in autostrada si può correre quando è vuota o semi vuota, non quando il traffico è intenso). Inoltre l’occupazione media delle auto private, anche nell’ora di punta, è di 1,2 persone. Autobus, tram e metropolitane possono viaggiare semi vuoti in alcuni orari del giorno, ma nell’ora di punta sono sempre strapieni, il che li rende molto più efficienti dell’auto privata nel trasporto di persone.

Questo rende la Tesla una bella auto sportiva e i tunnel per risolvere il traffico dei costosi esperimenti.

Certo, con software, sensori, connessione informatica e intelligenza artificiale si può ottimizzare moltissimo quello che attualmente è un traffico urbano spontaneo e quasi caotico. Ma l’unica soluzione, o quella più probabilmente efficace, è ridurre le auto private nei contesti urbani e, eventualmente, trasformare le poche auto in circolazione nelle città in auto pubbliche, ovvero in taxi e in servizi di car sharing.

AGGIORNAMENTO – Alcuni ammiratori di Elon Musk hanno criticato l’articolo dicendo che Musk prevede di costruire mezzi pubblici e migliorare anche questo aspetto del trasporto. Sì, ma Musk parla anche di costruire infiniti livelli di tunnel sotto Los Angeles per servire e alleviare il traffico di auto private… un progetto teoricamente risolutivo ma certamente complesso, ambizioso e molto incerto, perché certamente aggiunge e non toglie complessità al problema.

Qui il filmato di Elon Musk ai Ted Talk.

Qui le parole specifiche di Musk:

EM: Non so se le persone lo hanno notato nel video,ma non c’è limite al numero dei livelli di gallerie che si possono avere.Si può andare più in profondità e più in alto.Le miniere più profonde superano di molto la misura dei grattacieli più alti,dunque si può diminuire qualsiasi livello di traffico cittadinocon una rete di tunnel 3D.È un punto molto importante.Un’obiezione centrale ai tunnel è che aggiungendo un livello di gallerie, si diminuisce semplicemente il traffico, poi ci si abitua, e si ritorna al punto di partenza, di nuovo agli ingorghi.Ma si può arrivare a un numero arbitrario di tunnel,un qualsiasi numero di livelli.

EM: So, I don’t know if people noticed it in the video,but there’s no real limit to how many levels of tunnel you can have.You can go much further deep than you can go up.The deepest mines are much deeper than the tallest buildings are tall,so you can alleviate any arbitrary level of urban congestionwith a 3D tunnel network.This is a very important point.So a key rebuttal to the tunnels is that if you add one layer of tunnels,that will simply alleviate congestion, it will get used up,and then you’ll be back where you started, back with congestion.But you can go to any arbitrary number of tunnels,any number of levels.

Ovvero: in realtà Musk ha capito il problema, ma pensa di superarlo con una variante tecnologica più complessa della ricetta “più strade e più parcheggi”, ricetta che NON ha funzionato per cento anni.

 

 

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Automobile elettrica, Trasporto sostenibile. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...