78% degli spostamenti in centro a Londra vengono fatti a piedi [Living Streets]

Commuters walk across London Bridge to the City of London

Esci dall’auto

Un altro modo di guardare al traffico urbano (Free exchange, 20 gennaio) è considerare che la facilità di muoversi è largamente determinata da problemi di spazio. Per le auto ne serve moltissimo, la metropolitana ne crea scavando tunnel sottoterra, gli autobus lo usano in modo efficiente (quando sono pieni), ma i pedoni lo usano meglio di tutti. Camminare è l’invisibile ed essenziale forma di trasporto urbano. In centro a Londra vale il 78% di tutti gli spostamenti, il 47% nel resto della città e il 35% nella cerchia esterna.

La logica che ne consegue è che nei quartieri più densamente popolati chi va a piedi dovrebbe avere la priorità, come la City of London ha recentemente riconosciuto alla Bank station. Questo incrocio, che una volta era un labirinto di auto in colonna, è ora pacificamente dedicato ad autobus, pedoni e ciclisti. Questo è il modo di procedere per il centro e la periferia. Le auto private non funzionano nelle città. Richiedono troppo spazio sia in movimento, sia parcheggiate (stato in cui trascorrono la maggior parte del tempo). I veicoli a guida automatica possono avere un ruolo importante nel migliorare i trasporti urbani, se operano come taxi. Ma la priorità dovrebbe essere posta su pedoni, ciclisti e autobus.

TERENCE BENDIXSON
President
Living Streets
London

Dalle Lettere al direttore, Economist, 8 febbraio 2018

Get out of your car

Another way of looking at the future of urban traffic (Free exchange, January 20th) is to consider that the ease of travel is largely determined by questions of space. Cars need a lot of it, underground rail creates more of it by burrowing tunnels, buses use it efficiently (when full), but pedestrians even more so. Walking is the invisible and essential form of city travel. In central London it accounts for 78% of all trips, 47% in inner London and 35% in the outer suburbs of the city.

The logic of this is that in busy districts walking should be given pre-eminence, as the City of London has recently recognised at Bank station. This junction, which used to be a maze of crawling cars, is now peacefully devoted to buses, walkers and cyclists. This is the way ahead for city and suburb. Private cars do not work in cities. They take up too much room, whether on the move or parked (as they mostly are). Driverless vehicles, the focus of your article, could play a vital part in getting cities moving again, provided they operate as taxis. But the emphasis should be on walkers, cyclists and buses.

TERENCE BENDIXSON
President
Living Streets
London

Letters to the editor, The Economist, feb 8th 2018

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Camminare in città, Ciclismo urbano, Trasporto sostenibile e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a 78% degli spostamenti in centro a Londra vengono fatti a piedi [Living Streets]

  1. Pingback: Se l’automobile è un mezzo di trasporto così bello, come mai in Cina c’è traffico e problemi di parcheggio? | Benzina Zero

  2. Pingback: Arnold Schwarzenegger consiglia la bicicletta per visitare Londra e per il turismo in generale | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...