Rinasce Bussoladomani ma, per ora, resta poco definita l’accessibilità del pubblico, soprattutto con mezzi pubblici e bici

Screenshot 2018-05-14 13.28.05 Bussoladomani lido di camaiore area viale kennedy .png

Bussoladomani è un’area del comune di Camaiore, nella frazione Lido, sul lungomare, zona viale Kennedy, attrezzata a parco e destinata anche a eventi e spettacoli. Negli anni 70 e 80 fu teatro di numerosi concerti di livello nazionale e internazionale, tenuti, come si usava all’epoca, sotto un tendone da circo.

Nell’aprile 2018 è stato firmato dal sindaco Alessandro Del Dotto un protocollo d’intesa fra il Comune di Camaiore e la società di Mimmo D’Alessandro, un organizzatore di concerti ed eventi di livello internazionale. Sua l’organizzazione del Summer Festival di Lucca e del concerto 2017 dei Rolling Stones, unica data italiana della longeva rockband davanti a un pubblico di 60.000 persone, evento che oggettivamente fu un capolavoro di organizzazione e logistica.

Tangenziale all’area di Bussoladomani passa la Ciclovia Tirrenica, frequentatissima pista ciclabile sul lungomare e importante via di collegamento nel piano cicloturistico nazionale (quando l’intero percorso sarà terminato collegherà cicloturisticamente la Francia con il Lazio passando attraverso Liguria e Toscana).

Nell’area di Bussoladomani mancano però, almeno per ora, efficienti collegamenti pedonali e ciclabili con la stazione ferroviaria di Camaiore-Capezzano e, in parte, anche con la stazione di Viareggio. Dal punto di vista ciclabile manca un adeguato parcheggio per biciclette. La stazione di Camaiore-Capezzano manca inoltre di adeguati marciapiedi utilizzabili tanto da chi abita vicino, quanto da chi vuole fare a piedi i circa due km che separano la stazione dal lungomare o il tratto intermedio che lo separa da alberghi e case più vicine.

La pista ciclabile di viale Kennedy laterale allo spazio di Bussoladomani è tortuosa e fatta male, e se possibile è stata addirittura peggiorata con la seconda tranche di lavori.

La portata della pista ciclabile non è da sottovalutare perché può ospitare un notevole flusso di spettatori residenti in Versilia o provenienti da alberghi e seconde case nel raggio di 5-12 km (da Viareggio fino a Cinquale e Marina di Carrara). In estate il flusso di bici sulla pista ciclabile del lungomare è spesso superiore alle 2.000 biciclette l’ora, ovvero potenzialmente superiore al flusso di auto sulla via Aurelia (anche perché sulla pista ciclabile non si formano mai code e un incidente fra bici non comporta un’interruzione della via).

Screenshot 2018-05-14 13.35.45 Eseelunga Camaiore lido parcheggio

L’Esselunga di Lido di Camaiore e il suo parcheggio visti da Google Maps, in prossimità dell’area di Bussoladomani. La capienza del parcheggio è circa 800 veicoli e, come si vede, è molto più grande del capannone del supermercato. Un ettaro di spazio può ospitare circa 400 automobili.

Il problema è che, volendo organizzare eventi da 10.000-30.000 spettatori, non è pensabile che questi arrivino tutti in macchina. Anche supponendo ottimisticamente una media di 3 persone per automobile, si parlerebbe di 3.000-10.000 automobili, per una richiesta di spazio per parcheggiare da 7 a 25 ettari di spazio.

Per chiarire le dimensioni, il vicino parcheggio dell’Esselunga (probabilmente il più grande di tutta la Versilia) può ospitare circa 800 auto ed è grande circa 2 ettari.

Per evidenziare la diversa efficienza, un singolo treno speciale di 12 vagoni può trasportare 1.000 persone e scaricarle in 5 minuti. Il problema è che la stazione è lontana circa 3 km (41 minuti a piedi secondo Google Maps) e un servizio di navette può trasportare 1.000 persone in 15-20 viaggi circa.

L’affluenza agli eventi di Lucca viene gestita con grande ricorso al treno come mezzo di arrivo (la stazione è a pochi passi dalle mura che delimitano il centro storico). Questo comporta il grande vantaggio di ridurre di molto la pressione di traffico automobilistico di visitatori per Lucca, pressione che resta comunque elevata data la minore efficienza dell’automobile rispetto al treno per il trasporto di grandi quantità di persone.

C’è quindi da domandarsi, anche solo per pura curiosità, senza alcuna intenzione polemica, come faranno a gestire i flussi di spettatori in arrivo e in partenza. Mille persone in treno non hanno bisogno di parcheggio. Mille persone in auto occupano un sacco di posto e creano un sacco di traffico.

Per il momento sembra che l’unica risposta sia confidare che chi arriva in auto parcheggi anche nei comuni vicini.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Camaiore, Versilia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...