Under-Cover, ombrello per bici. Idea interessante per non bagnarsi in bicicletta

Difficile dire se è pratico nell’uso quotidiano senza provarlo due o tre mesi d’inverno facendo casa-ufficio, ma sembra un’idea interessante.

Fra i difetti evidenti: non ripara i piedi dagli schizzi delle pozzanghere. Resta quindi indispensabile avere soprascarpe impermeabili, oppure stivali, oppure scarpe antipioggia e ghette se sul proprio percorso ci sono frequenti pozzanghere.

Ulteriore problema, il vento. Pedalare in aperta campagna o in città molto ventose può essere difficile o impossibile, come aprire l’ombrello durante un temporale con forte vento.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...