Profetica copertina della Domenica del Corriere 1964: “Genova risolve il problema del traffico”

Domenica del Corriere 1964 Genova risolve promblema traffico ponte Morandi progetto

Questa copertina del 1964 evidenzia la promessa, sempre mancata, di risolvere il problema del traffico con nuove strade e nuove infrastrutture stradali. Il ponte Morandi, inaugurato nel 1967 e qui rappresentato come futura costruzione, è crollato il 14 agosto 2018, dopo cinquant’anni di continue manutenzioni.

In realtà, come è evidente con il senno di poi, creare nuove strade e nuove autostrade non può che incentivare l’uso dell’auto, e quindi il traffico e la congestione automobilistica.

Immagine segnalata Paolo Pinzuti via Twitter @ilpinz

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Motori e dolori, Stampa e motori, Storia dell'automobile, Urbanistica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Profetica copertina della Domenica del Corriere 1964: “Genova risolve il problema del traffico”

  1. Andrea ha detto:

    Nel video illustro la storia urbanistica degli edifici sovrastati dal ponte:

    "Mi piace"

  2. Pingback: I problemi dell’auto in città erano visibili sin dal 1920… ma la politica e l’industria scelsero di ignorarli | Benzina Zero

  3. Vicky Gitto ha detto:

    Mi hai aperto gli occhi. sei un grande.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...