Cadillac: una baracca a 4 ruote, ma anche ‘un grande passo verso la perfezione’… O no?

Una linea molto affascinante, per gli amanti del cinema anni 50… ma anche un trabiccolone ingombrante e pericoloso.

L’industria dell’auto vende sistematicamente prodotti scadenti presentandoli come il massimo della tecnologia. Questa Cadillac del 1951 viene presentata in pompa magna pubblicitaria come un grande passo verso la perfezione.

Se riusciamo a squarciare la nebbia del fascino vintage e confrontarla con un’utilitaria di oggi è un cesso a quattro ruote, altro che perfezione:

  • Euro zero;
  • Niente cinture di sicurezza;
  • Niente poggiatesta;
  • Niente airbag
  • Niente abs
  • Paraurti, fari e stemma sul cofano con design ammazzapedoni

Consumi elevatissimi, inquinamento alle stelle, sicurezza passiva e attiva minima, pari a quella di un carretto del fieno, salvo che il carretto non va a 120 km/h. Basta un tamponamento a bassa velocità per rischiare la testa e di ritrovarsi il piantone dello sterzo infilzato nel petto.

D’altra parte anche l’utilitaria di oggi è una meraviglia tecnologica… in attesa di essere superata dalla meraviglia tecnologica del prossimo anno, in una corsa continua a nascondere tutti i difetti dell’automobile: pericolosa, inquinante, ingombrante, assolutamente costosa e inefficiente per muoversi in città. L’inganno continua, in attesa dell’auto ideale.

Abbiate fede, prima o poi l’auto perfetta arriverà. Nel frattempo, continuate a comprare.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Affascinanti foto di auto di grande successo, Automobile, Pubblicità, Storia dell'automobile. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cadillac: una baracca a 4 ruote, ma anche ‘un grande passo verso la perfezione’… O no?

  1. Pingback: I problemi dell’auto in città erano visibili sin dal 1920… ma la politica e l’industria scelsero di ignorarli | Benzina Zero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...