Gli automobilisti italiani sono analfabeti funzionali in fatto di parcheggi. La prova? Non sanno quanto spazio serve.

Gli automobilisti piagnucolano sempre che nella loro città non ci sono abbastanza parcheggi. Ma, come bambini capricciosi che non conoscono ancora il valore dei soldi quando chiedono giocattoli illimitati, non hanno la minima idea di quanto spazio serve per realizzare un parcheggio:

UN SINGOLO POSTO AUTO richiede 25 metri quadrati di spazio. (Valore di 25 metri quadri di terreno edificabile in centro a Milano: probabilmente da 250.000 euro in su, per intendersi, ammesso di riuscire a trovarne.)

Molti leggendo questa cifra non ci credono, negano, fanno conti strampalati ma infine si arrendono: per realizzare un posto auto servono in media circa 25 metri quadri: 12,5 per il posto auto vero e proprio, e altrettanti per fare manovra, entrare e uscire. Questo significa che per realizzare un parcheggio di 400 posti auto occorre un ettaro di spazio, ovvero 10.000 metri quadrati, un quadrato di 100 per 100 metri. Questo significa che un automobilista che abita in un centro urbano si aspetterebbe 25 metri di spazio pubblico in uso gratuito per la sua automobile.

Inoltre, realizzato il fantastico posto auto necessario per parcheggiare la loro bella macchina vicino a casa, il problema non è ancora risolto: per farla circolare ne servono ancora. Uno vicino al posto di lavoro, uno al supermercato, uno al centro commerciale, uno in parrocchia se vanno a messa ogni domenica, uno vicino alla farmacia, eccetera. Per non paralizzare una città occorrono almeno 3 posti auto per ogni macchina in circolazione, e questo comunque non è sufficiente per evitare i problemi di congestione e i giri a vuoto che tutti gli automobilisti del mondo sperimentano ogni giorno in tutte le città del mondo (eccetto le città dove ci sono poche auto).

In realtà nelle città italiane il problema dei parcheggi è insolubile: semplicemente non c’è abbastanza spazio. L’unica maniera è ridurre il numero di auto in circolazione, usando altri mezzi per muoversi in città: trasporto pubblico, taxi, bicicletta, andare a piedi, car sharing, Uber e altro, come fanno a New York e nelle città europee più avanzate dal punto di vista urbanistico.

Quindi: nella tua zona non ci sono abbastanza parcheggi? Non piagnucolare, cambia stile di vita, vendi l’auto e usa mezzi alternativi (risparmiando un sacco di soldi). Oppure insisti a voler usare l’auto, dimostrando di essere un analfabeta funzionale che non sa fare i conti.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Automobilisti che non sanno fare i conti, Parcheggi e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...