I ciclisti commettono infrazioni quanto gli automobilisti. La differenza è che sono meno pericolosi. [Journal of Transport and Land Use]

screenshot 2019-01-08 19.00.58 scofaw bicycling illegal but rational

Secondo una ricerca condotta da ricercatori dell’Università del Colorado e dell’Università del Nebraska, i ciclisti infrangono il codice della strada come gli automobilisti ma, per tipologia di infrazioni e caratteristiche del veicolo, le infrazioni dei ciclisti sono molto meno pericolose di quelle degli automobilisti. 

È infatti ovvio che un comportamento illecito guidando un veicolo del peso di due tonnellate (come per esempio viaggiare a 50 km/h in una zona 30 nei pressi di una scuola con i bambini che escono dall’istituto) è potenzialmente molto più pernicioso e potenzialmente molto più letale rispetto a un comportamento illecito pedalando in bici (come per esempio pedalare su un marciapiede).

Dalle conclusioni della ricerca:

‘Quando si tratta di ciclisti indisciplinati, un’opinione popolare è che se i ciclisti vogliono essere presi sul serio come utenti della strada devono obbedire alle regole come tutti gli altri. I risultati della nostra ricerca e l’analisi di altri studi suggeriscono che automobilisti infrangono il codice della strada quanto i ciclisti, se non di più. Un’altra comune argomentazione è che i comuni devono incrementare le multe ai ciclisti per migliorare la sicurezza. Ma, mentre i ciclisti non sono certo immuni da comportamenti pericolosi, la documentazione suggerisce che ci siano minori costi sociali e minori rischi associati con le infrazioni dei ciclisti rispetto alle infrazioni degli automobilisti.’

‘When it comes to rule-breaking bicyclists, one popular opinion is that if bicyclists want to be taken seriously as road users, they need to obey the rules of the road like everyone else. Our survey results and the literature review both suggest that drivers break the rules of the road just as much, if not more, than bicyclists. The other common argument is that cities need to step up bicycle law enforcement to improve safety. While bicyclists are certainly not immune from causing harm, the literature suggests lower societal costs and safety risks associated with lawbreaking bicycling as compared to lawbreaking driving.’

Qui l’intero documento della ricerca con dati e metodologia: Scofflaw bicycling- illegal but rational – jtlu-vol10no1_pp805-836

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Prevenzione incidenti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...