Cambiano i governi ma il Legislatore italiano è irrecuperabile: cervellotico, azzeccagarbugli e pasticcione. [Aggiornamento]

screenshot 2019-01-09 16.42.11 comma 103 legge di stabilità 2019

Il testo del comma 103 della legge di stabilità 2019, dal sito Altalex.

La legge di bilancio 2019 approvata dal Parlamento a fine anno ha introdotto un comma sibillino, quello che vediamo nello screenshot sopra. L’articolo 7 comma 9, cui si fa riferimento, del codice della strada dice questo:

screenshot 2019-01-09 16.47.19 aci codice della strada art 7 comma 9

Il testo del comma 9 dell’articolo 7 del codice della strada, dal sito Aci.

Qual è il problema? Che nel codice della strada, in vari luoghi, i termini ‘area’ e ‘zona’ vengono usati come sinonimi in modo spesso intercambiabile. Per esempio nell’articolo 2 comma 3:

screenshot 2019-01-09 16.51.18

Immagine dal sito Aci.

E infatti molti hanno interpretato il comma 103 in alto come un via libera delle auto elettriche e ibride tanto nelle ztl quanto nelle aree pedonali. Qui l’articolo di Bikeitalia in proposito: Il governo del cambiamento alla prova della mobilità. Molte associazioni e diversi comuni hanno sposato la protesta chiedendo al governo di correggere l’articolo.

Sulle prime è sembrato che il governo accogliesse la protesta: Retromarcia del governo sulle auto nelle aree pedonali e ztl (Bikeitalia).

Poi è arrivata la retromarcia della retromarcia, in base al concetto per cui ‘le aree sono diverse dalle zone’:

Screenshot 2019-01-09 16.59.08 ZTL, Dell'Orco Norma su accesso auto elettriche non riguarda aree pedonali Messaggero.png

 

Le interpretazioni diverse sono ‘errate ed erronee’ (!).

Il sottosegretario Dell’Orco ci ha tenuto a sottolineare che le interpretazioni diverse sono ‘errate ed erronee’ perché come ‘area’ e ‘zona’ secondo lui sono parole dal significato estremamente diverso, ci teneva a dire che chi non lo capisce è in una posizione non solo ‘errata’ ma anche ‘erronea’.

Si tratta invece un esempio palese di norma scritta male e interpretazione cervellotica per aggirare (forse) la confusione che ne deriva:

  1. Nel codice della strada i termini ‘aree’ e ‘zone’ vengono usati come sinonimi (e lo sono anche linguisticamente, nell’italiano comune) come nel comma 3 dell’articolo 2: Area pedonale: zona interdetta alla circolazione dei veicoli’;
  2. Ma nel caso del comma 9 dell’articolo 7 aree e zone diventano improvvisamente cose assolutamente diverse, al punto che il famigerato comma 103 della Legge di Bilancio non può confonderle, e ogni diversa interpretazione è ‘errata ed erronea’ (per distinguere aree da zone basta un capello, ma per sottolineare presunti errori di altri occorre segnalare che sono ‘errati’ ed ‘erronei’…).

Al di là delle considerazioni di merito (aprire le zone a traffico limitato a tutte le auto ibride ed elettriche ‘in ogni caso’ non è una buona idea), per evitare l’ambiguità bastava scrivere ‘nel delimitare le zone a traffico limitato di cui al comma 9′.

Un caso palese di cattiva scrittura legislativa e cervellotiche interpretazioni da azzeccagarbugli per recuperare l’errore, come in tanti altri casi della legislazione italiana e del Codice della strada italiano.

Con tutto il rispetto, destra o sinistra, gialloverde o rossoblu, il Legislatore italiano scrive spesso con i piedi.

[AGGIORNAMENTO]

Trascrizione della risposta di Michele Dell’Orco sottosegretario alle infrastrutture alla trasmissione radiofonica ‘A ruota libera’, Radio 24, trasmissione del 13 gennaio 2019:

Michele Dell’Orco, sottosegretario alle infrastrutture – Questa norma è stata approvata in Legge di Stabilità, consente alle auto elettriche e ibride di entrare nelle zone a traffico limitato. Erroneamente rispetto a quanto emerso mediaticamente non c’entrano nulla le aree pedonali. Questa norma non riguarda le aree pedonali, le aree pedonali rimarranno pedonali e non ci entreranno le auto…

Alessandra Schepisi (Radio 24) – ‘Però forse c’è stata una formulazione che si presta un po’ a degli equivoci..

Michele Dell’OrcoMah, in realtà la norma è chiara mentre molti che hanno commentato a partire anche da alcuni sindaci e assessori evidentemente non hanno letto… se però c’è bisogno di un’ulteriore precisazione  è ovvio che la direzione competente per la sicurezza stradale del ministero provvederà a fare una circolare. Probabilmente rivedremo questa norma già nel decreto Semplificazioni togliendo da questa entrata in ztl le auto ibride. Questo perché iniziano ad essere già molto numerose lasciando solo le auto elettriche. Quindi confido che nell’arco di due o tre settimane la norma sarà in vigore.

Alessandra Schepisi (Radio 24) – Però questo significa consentire l’ingresso illimitato  di auto seppure elettriche che vanno a incrementare  il traffico anche nelle zone ztl …

Michele Dell’Orco – Parliamoci chiaro, ad oggi le immatricolazioni di auto elettriche sono ancora bassissime… dico purtroppo perché ancora si continua ad acquistare auto a benzina e diesel. Noi vogliamo invertire questa tendenza, senza contare che in molte città, penso ad esempio anche a Roma, già fanno entrare nella zona a traffico limitato  le auto elettriche. Semplicemente questo è un incentivo per eventuali nuove ztl per prevedere l’entrata delle auto elettriche. Io penso che già modificando la norma e togliendo le auto ibride, che queste sì iniziano ad essere veramente numerose in alcune aree di Italia, penso che abbiamo ridimensionato la questione.

Alessandra Schepisi (Radio 24) – Però le rigiro le contestazioni, le richieste da parte delle associazioni  che si occupano di mobilità sostenibile: sostengono che più che incentivi alle auto elettriche servirebbero politiche  che promuovano la mobilità dolce.

Michele Dell’Orco – Sono d’accordo che bisogna incentivare, è un obiettivo di questo governo, ancor prima della conversione semplicemente  da auto inquinanti ad auto più ecologiche, diminuire il traffico nelle strade, puntare al trasporto pubblico e alla mobilità dolce. Diciamo che i passi li stiamo facendo, è ovvio che contemporaneamente non ci si può aspettare che le auto spariscano dalla faccia della terra da un anno all’altro.

I Podcast della trasmissione può essere ascoltato o scaricato qui: A Ruota Libera, Radio 24.

Commento alle risposte di Michele Dell’Orco: la norma è poco chiara, perché questa usa in modo ambiguo la parola ‘zone‘ che nel codice della strada è sinonimo di aree (come dimostrato sopra). Nella migliore delle ipotesi la norma può generare un contenzioso che può essere chiarito da sentenze e circolari interpretative… che non è un marchio di eccellenza per chiarezza della norma. Affermare che sia chiara non la rende chiara.

Anche affermare che quelli che la criticano ‘evidentemente non l’hanno letta’ è poco corretto: si tratta del solito piagnisteo del politico incompreso dai critici.

Inoltre come capita spesso con la politica, si afferma la necessità di incentivare la mobilità ciclabile, pedonale e sui mezzi pubblici, però nel concreto si incentiva l’uso dell’auto: chi ha l’auto elettrica è incentivato a usarla anche entrando nelle ztl (e, ambiguamente, forse anche nelle aree pedonali).

Le risposte di Michele Dell’Orco sono molto democristiane.

[AGGIORNAMENTO 15 marzo 2019] Qui un chiarimento attraverso due interrogazioni parlamentari che sembrano complicare ulteriormente le cose: la norma non riguarda le ztl esistenti ma quelle di nuova creazione: Accesso dei veicoli elettrici e ibridi nella ZTL: la risposta! (Sulpl Roma).

 

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Codice della strada e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...