Quiz. Come mai le strade sono sempre piene di buche?

Per diversi motivi:

  1. Lavori fatti male all’inizio. Talvolta lo spessore del manto stradale è inferiore a quello che servirebbe (con grossi risparmi sui materiali) o quello previsto dal capitolato, complice la connivenza di chi dovrebbe controllare i lavoro da parte delle amministrazioni pubbliche. Oppure si è risparmiato sul sottofondo sotto l’asfalto che quindi si deforma più facilmente.
  2. Cattiva manutenzione ordinaria. Le buche si formano in seguito a crepe e diventano più grandi a causa di pioggia, gelo e continuo passaggio di veicoli. Se le crepe vengono riparate per tempo non diventano buche e la riparazione costa meno. In altri paesi europei ci sono addetti alla manutenzione stradale che percorrono la strada per esaminarla, contrassegnano ogni crepa con vernice e successivamente intervengono le squadre per le riparazioni, con varie tecniche, prima che le crepe diventino buche. Purtroppo questo modo di agire non porta consenso elettorale, perché gli automobilisti se vedono le buche e poi il sindaco neo-eletto fa asfaltare dicono ‘finalmente un sindaco che fa qualcosa’. Invece le crepe non le vedono, e non notano il lavoro fatto per evitare le buche.
  3. Cattiva qualità delle riparazioni. Anche gli interventi sulle buche spesso hanno i problemi del punto 1: si risparmia sui materiali o sulla modalità di intervento. Gli automobilisti vedono le pezze, sono contenti perché finalmente il comune ha fatto qualcosa, ma la riparazione dura un anno o due invece di dieci.
  4. Eccesso di traffico, sempre più pesante. Le buche non nascono dal nulla. In genere sono crepe che vengono man mano aperte sia dal lavoro degli agenti atmosferici, sia dalla corrosione determinata dal continuo passaggio delle ruote di veicoli che – en passant – negli ultimi trent’anni sono aumentati di numero e di peso: utilitarie e berline odierne pesano circa il doppio di corrispondenti veicoli di trent’anni fa, per non parlare dei suv che pesano come i furgoni (oltre 2 tonnellate). L’effetto del traffico è dimostrato empiricamente e intuitivamente da l fatto che spesso ci sono buche e voragini sulla strada mentre non ce ne sono sui marciapiedi e nell’eventuale pista ciclabile corrispondente: lì le crepe ci mettono anni per diventare buche, mentre su una strada molto trafficata bastano pochi mesi o, in inverni piovosi e gelidi, poche settimane.
  5. Anche eccesso di km di strade. In Italia ci sono oltre 300.000 km di strade (oltre un km lineare di strada per ogni kmq di territorio, montagne comprese), molte delle quali di responsabilità dei comuni che, anche se spesso colpevoli dei punti 1, 2 e 3, negli ultimi anni hanno visto ridotte le loro entrate, e grossi vincoli alle spese. Meno strade comporterebbero meno traffico e meno spese di manutenzione. Ma, su spinta dell’industria dell’auto, in Italia si sono spesso penalizzati i servizi pubblici di trasporto per favorire l’uso dell’automobile costruendo strade e parcheggi. Negli anni ’30 e negli anni ’50 ci furono due grosse campagne politiche per lo smantellamento di innumerevoli linee di tram urbani e interurbani che in molte regioni collegavano le città in modo molto capillare.

Quindi non c’è un unico colpevole, ma un circolo vizioso alimentato, consapevolmente e inconsapevolmente, da automobilisti, politici, industria dell’auto e aziende incaricate della manutenzione, che un po’ si lamentano, un po’ ci marciano.

Come riparare le buche stradali, confronto fra Germania e Italia

Dalla mia risposta su Quora alla domanda: Come mai le strade sono sempre in cattive condizioni?

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...