Esempio di progettazione urbana deficiente. Corso Principe Oddone, Torino

In questa infografica si vedono bene le proporzioni di spazio dedicato ad auto, verde, biciclette e pedoni su corso Principe Oddone a Torino.

Sei corsie di tipo autostradale, due controviali laterali con una corsia per le auto una corsia dedicata al parcheggio in linea.

È un chiaro esempio di progettazione deficiente, nel senso di totalmente mancante di attenzione per pedoni e ciclisti, dedicando tutto la gran parte dello spazio urbano al veicolo che in città è il più ingombrante, inquinante e inefficiente: l’automobile.

Due marciapiedi di larghezza minima: 2,5 metri ciascuno in un viale largo in totale 52 metri e, dulcis in fundo, una pista ciclabile di 2,5 metri… in mezzo al viale. Questo anche per favorire i commercianti che, come capita spesso, non si sono ancora accorti che la presenza di molti pedoni e la facile accessibilità dei ciclisti è vitale per il commercio locale, molto di più di parcheggi in linea che, con il tipo di traffico che transita su un viale con otto corsie automobilistiche, vengono molto rapidamente saturati.

La pista ciclabile in mezzo a un viale del genere è progettata come se tutti i ciclisti andassero esclusivamente da A a B senza mai voltare a destra o a sinistra (voltare per entrare in una traversa su un viale così progettato è proibitivo per un ciclista: l’opzione migliore, quando c’è, è scendere al semaforo e attraversare a piedi, attendendo uno, due o anche tre turni per completare la svolta), senza mai doversi fermare presso uno dei numeri civici del viale, senza doversi mai fermare davanti a un negozio.

Fonte dell’infografica e ulteriori approfondimenti sulla Pagina Facebook Bike to work Torino.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Urbanistica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...