Quiz. Perché i ciclisti passano col rosso?

Dal 2016 a Parigi i ciclisti a certe condizioni possono passare col rosso. Immagine dal blog Piazza Puliti.

Quando i ciclisti, sportivi o urbani, passano col rosso in genere lo fanno perché vedono chiaramente che la via è libera.

Lo fanno anche perché in alcuni paesi europei, e anche in qualche stato americano, è consentito, ed è consentito perché non è inerentemente pericoloso.

A differenza degli automobilisti, che devono fermare diversi metri prima dell’incrocio, i ciclisti, come i pedoni, hanno spesso la completa visibilità sui veicoli in arrivo, quindi, in genere, quando decidono di passare col rosso lo fanno perché valutano di poter passare in sicurezza e non perché sono aspiranti suicidi. In molti casi inoltre passano ‘col rosso’ dopo essersi fermati, attendono il rosso altrui, e quindi ripartono prima che scatti il loro verde ma dopo che è scattato il rosso degli altri rami dell’incrocio, quando vedono che le auto sono ferme. Quindi, sintetizzando:

  • Perché vedono che la via è libera e, nonostante il rosso, possono passare in sicurezza;
  • Perché sono in gruppo o in fila indiana e i primi del gruppo sono passati col verde: fermarsi sarebbe troppo pericoloso;
  • Perché, dopo essersi fermati col rosso, ripartono quando vedono che tutte le auto si sono fermate, partendo prima del proprio verde (in questo modo non intralciano la successiva partenza delle auto, e il sorpasso, più avanti, è più sicuro);
  • Per evitare lo smog di auto e motociclette ferme al semaforo: se la via è libera e il passaggio sicuro, passano nonostante il rosso.

Non si tratta quindi di sconsiderata imprudenza (non sempre, almeno) ma di razionale uso del tempo.

Infatti, proprio per questi motivi, in molti paesi ai ciclisti è consentito passare col rosso. Inoltre in molti paesi i gruppi di ciclisti vengono considerati un unicum come i cortei, per cui se il primo ciclista passa col verde, passa tutto il gruppo, per quanto lungo. In molti casi l’automobilista vede la coda del gruppo passare col rosso o col giallo e pensa che ‘tutti’ siano passati col rosso.

Anche in Italia, come in altri paesi, la normativa andrebbe aggiornata e resa meno auto-centrica: in fondo, soprattutto in città, l’automobile è il veicolo più inefficiente e costoso. È giusto che venga penalizzato a favore di veicoli meno ingombranti, meno pericolosi e meno inquinanti.

Un po’ di informazioni sul tema:

Qui altri quiz per te: Verifica la tua conoscenza del codice della strada e dei problemi della mobilità urbana.

Dalla mia risposta su Quora ‘Perché i ciclisti passano col rosso?’.

Annunci

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Quiz. Verifica la tua conoscenza del codice della strada e dei problemi della mobilità urbana e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...