5 metodi efficaci per ridurre traffico, morti, feriti e incidenti stradali. E fra questi NON c’è l’insulsa lezioncina ‘basterebbe rispettare il codice della strada’…

Una ‘strada camminabile’ a Londra. Il transito dei mezzi privati non è vietato ma la precedenza deve essere data a pedoni e ciclisti. Il limite è 20 miglia orarie (circa 30 km/h). Immagine di Transport for London.

Dal 2010 ad oggi a Londra sono stati dimezzati i morti per incidenti stradali. L’obiettivo è ridurli del 70% entro il 2030 e azzerarli entro il 2041. I metodi utilizzati per ottenere questo primo grosso risultato sono stati:

  1. Zone 30 – Londra ridurrà a 20 miglia orarie (circa 30 km/h) la velocità massima di tutto il centro cittadino soggetto a congestion charge (un’area di circa 20 kmq) e in molte altre zone della città.
  2. Incroci più sicuri – Sono stati riprogettate e ristrutturate in ottica di sicurezza per ciclisti e pedoni 21 delle intersezioni individuate come più pericolose. Altre 37 saranno ristruttuate entro il 2023.
  3. Strade camminabili – sono state ristrutturate molte vie cittadine in modo che siano più ospitali e sicure per pedoni e ciclisti, scoraggiando o vietando l’uso dell’auto privata in queste strade a seconda dei casi.
  4. Veicoli più sicuri – I guidatori di grossi camion sono responsabili di una proporzione elevata di incidenti mortali. La normativa in proposito è stata resa più stringente sia per i comportamenti di guida, sia per le caratteristiche dei veicoli.
  5. Maggiore attenzione della polizia – La polizia londinese fa particolare attenzione ai guidatori più pericolosi e indisciplinati. È stata inoltre creata una speciale “Serious Collision Investigation Unit” che indaga su tutti gli incidenti stradali sia per individuarne le cause, sia per individuare i metodi di prevenzione.

Come si vede si tratta di provvedimenti fattivi e pratici finalizzati a dare priorità a pedoni e ciclisti rispetto al pericoloso mito di ‘fluidificare il traffico’ agevolando il transito veloce dei veicoli a motore. I risultati si sono già visti con una riduzione degli incidenti e con vie più piacevoli da attraversare a piedi e in bici, cosa che oltre a migliorare il traffico complessivo, migliora anche il lavoro dei commercianti.

Qui l’intero articolo: London Sets Out to Eliminate Traffic Deaths by 2041 [StreetsBlog]

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Bici nel mondo, Camminare in città, Ciclismo urbano, Prevenzione incidenti, Trasporto sostenibile, Urbanistica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a 5 metodi efficaci per ridurre traffico, morti, feriti e incidenti stradali. E fra questi NON c’è l’insulsa lezioncina ‘basterebbe rispettare il codice della strada’…

  1. Giancarlo Brunelli ha detto:

    Quanto sarebbe semplice.
    Forse troppo logico…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...