Il sindaco Giuliano Pisapia 6 anni fa ha salvato Milano dai ciclisti selvaggi. Cosa aspetta il sindaco Beppe Sala a salvare Milano dagli automobilisti selvaggi? [Aggiornamento]

Il risolutivo appello di Giuliano Pisapia, dal sito del Corriere della Sera. Ha funzionato: da allora a Milano nessun pedone è stato ucciso da ciclisti. Purtroppo nel frattempo oltre cento pedoni sono stati uccisi da automobilisti.

Nel 2014 a Milano un ragazzo in bicicletta investì e uccise una signora anziana che stava passando la strada. Si trattò di un disgraziato incidente tanto sfortunato quanto raro.

Il sindaco Pisapia prese subito la situazione in mano con una decisione risolutiva: fare un appello ai ciclisti perché rispettassero le regole. L’appello ha avuto un effetto immediato e duraturo: da allora a Milano nessun altro pedone è stato ucciso da qualcuno in bicicletta.

Purtroppo, nel frattempo, a Milano sono stati uccisi un centinaio di pedoni da automobili, furgoni, camion e motocicli, e sono stati uccisi anche numerosi ciclisti. Solo nel 2018 a Milano sono stati uccisi 26 pedoni, con un incremento rispetto all’anno precedente.

Sarebbe quindi ora che anche Beppe Sala prendesse la situazione in mano, come il suo predecessore Giuliano Pisapia e facesse un bell’appello agli automobilisti: rispettate le regole.

Sarebbe però utile anche:

  • Fare più piste ciclabili
  • Riprogettare gli incroci più pericolosi per pedoni e ciclisti, per renderli meno pericolosi
  • Ampliare le zone 30
  • Realizzare zone 20 intorno alle scuole
  • scoraggiare il parcheggio selvaggio, la doppia fila, la sosta sui marciapiedi e sulle strisce bianche
  • Sensibilizzare la Polizia Locale sulla protezione di pedoni e ciclisti

Più o meno come hanno fatto a Londra, e in molte altre città europee.

Leggi anche: 5 metodi efficaci per ridurre traffico, morti, feriti e incidenti stradali. E fra questi NON c’è l’insulsa lezioncina ‘basterebbe rispettare il codice della strada’…

[AGGIORNAMENTO – In attesa di risolvere il problema dei pedoni uccisi, Beppe Sala sta tentando un altro miracolo: ridurre lo smog a Milano vietando il fumo di sigaretta.]

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Istruttore di Yoga. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web, Pranayama, Filosofia Yoga -Tweet su Yoga, Internet, Bicicletta, Politica. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/yogasadhaka
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Sicurezza stradale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...