Ma se quelli dell’industria dell’automobile sono così geniali, come mai non sono capaci neanche di gestire i loro livelli di produzione?

La capacità produttiva dell’industria automobilistica italiana è oltre il doppio delle auto prodotte e vendute (una capacità di 1,5 milioni di unità l’anno, contro 700.000 auto prodotte). A livello europeo tale capacità produttiva è superiore del 30% rispetto al fabbisogno. E questi sono dati degli anni scorsi, noti e stranoti ad operatori e giornalisti specializzati, prima della crisi economica generata dalla pandemia del coronavirus, e mai corretti.

Non solo: da oltre cento anni l’industria dell’auto non è in grado di risolvere né i problemi di traffico urbano né i problemi di parcheggio (i posti auto sono sempre cronicamente insufficienti, per quanti ce ne siano).

Infine: da oltre cento anni nella pubblicità e nella comunicazione sulla stampa vantano sicurezza dei veicoli e innocuità dei carburanti, mentendo sistematicamente su consumi ed emissioni.

E poi si presentano come dei geni.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Automobile, Pubblicità e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ma se quelli dell’industria dell’automobile sono così geniali, come mai non sono capaci neanche di gestire i loro livelli di produzione?

  1. Giancarlo Brunelli ha detto:

    Speriamo che cambino mestiere

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...