Effetti anti-coronavirus del divieto di allenamento in corsa e bicicletta in Lombardia: zero [AGGIORNAMENTO]

Fonte dell’immagine: post di Gabriele Chiesa, Salvaiciclisti, Brescia in bici e cicloturismo.

Anche se l’attività motoria fuori casa non è mai stata proibita dal governo, in Italia si è scatenata una strana prevenzione per cui a molti governatori di regione, sindaci e cittadini è sembrato che andare in bicicletta o a correre a piedi da soli fosse un’intollerabile pericolo, al punto che si sono visti persino inseguimenti in spiaggia, con l’ausilio dell’elicottero della Guardia di Finanza e diretta televisiva, di podisti solitari che correvano in riva al mare.

Questa stramba ossessione sembra non aver generato alcun vantaggio nella lotta alla diffusione del coronavirus. La Lombardia, per esempio, il 20 marzo ha vietato di praticare sport all’aperto a partire dal 22. Come si evidenzia nella diapositiva sopra, l’adozione del divieto in Lombardia non ha avuto nessun effetto nell’andamento delle curve di contagi, decessi e guarigioni da covid-19.

L’eventuale effetto si vede da una settimana a 15 giorni dopo il provvedimento. Come si vede le tre curve mantengono un andamento regolare senza picchi o discese dovuti a provvedimenti particolari, segno evidente che il beneficio di chiudere le piste ciclabili (!) e vietare jogging e giri in bici da soli se ha avuto un effetto sugli andamenti di morti, contagiati e guariti per coronavirus è stato minimo o trascurabile.

Dal Sole 4 Ore, 20 marzo 2020

Particolarmente assurda la chiusura delle piste ciclabili da parte di alcune regioni e comuni: sono vie di comunicazione esattamente come le strade e molte persone usano la bicicletta per andare al lavoro, per andare in farmacia, per commissioni urgenti in zona o per andare ad acquistare prodotti di prima necessità, esattamente come l’auto.

Inoltre, nelle condizioni di emergenza da coronavirus, anche di più, visto che è consigliabile recarsi presso la farmacia e il negozio più vicino e non come molti fanno normalmente presso il centro commerciale ‘tanto conveniente’ a 30 km da casa.

[AGGIORNAMENTO] Fra l’altro autorità regionali e sindaci sono stati prontissimi a vietare jogging e giri solitari in bicicletta ‘per precauzione’, fino a sorvegliare i cieli con i droni e inseguire chi corre in elicottero. Sono molto meno pronte a lavorare sul tema dell’inquinamento. Le polveri sottili sono fortemente sospettate di agevolare contagio e diffusione, ma su questo fronte si vede un minore allarme da parte delle autorità: Perché l’inquinamento da Pm10 può agevolare la diffusione del virus [Sole 24 Ore].

Qui un confronto della mortalità da Covid-19 in Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte e Veneto. È evidente che forse c’erano provvedimenti più urgenti e più rilevanti rispetto a vietare allenamento sportivo e passeggiate da soli un mese dopo l’inizio dell’emergenza.

Tweet di Luca Guala

[AGGIORNAMENTO 24 aprile 2020] Qui alcuni dati sulle infezioni e sulle sue modalità di trasmissione secondo l’Istituto Superiore di Sanità: Coronavirus, Brusaferro: “Ad aprile il 44% delle infezioni si è verificato nelle Rsa, il 25% in famiglia e l’11% in ospedale” [Il Fatto Quotidiano]. Anche da questi dati risulta l’irrilevanza delle passeggiate e delle corse da soli nella trasmissione del virus.

Qui anche Adn Kronos: Iss: “Gran parte infezioni in Rsa, poi in famiglia”:

  • Rsa Residenze sanitarie assistenziali 44,1%
  • Famiglia 24,7%
  • Ospedali e ambulatori 10,8%
  • Luogo di lavoro 4,2%

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...