Nonostante la chiusura per il coronavirus e la riduzione del traffico, le auto continuano a fare incidenti, morti e feriti. Incidenti stradali dal 10 marzo al 7 aprile 2020

Tabella da Mariocalabresi.com

Queste statistiche, raccolte da Mario Calabresi per Altre Storie, sono solo parziali (mancano gli incidenti rilevati dalle Polizie Locali e gli incidenti denunciati alle assicurazioni senza intervento delle forze dell’ordine) e manca un dato importante: quanto è diminuito il traffico di auto, furgoni e camion nelle strade di competenza di Polizia Stradale e Carabinieri.

La diminuzione in percentuale è importante (dal 75 all’89% a seconda della categoria misurata) ma i numeri assoluti sono importanti: 24 morti e 1.032 feriti in un mese, molto di più della criminalità comune. Da stime non scientifiche pare che il traffico di auto private sia diminuito del 90% (meno della metà degli italiani vanno al lavoro, e mancano del tutto gli accompagnamenti a scuola, la maggioranza delle uscite per shopping salvo supermercati, tabaccherie e farmacie, tutte le uscite per andare al cinema, ristorante, spettacoli e attività serali), mentre resta intenso il traffico commerciale (camion per rifornire i supermercati, furgoni per rifornire i negozi, corrieri per consegne commerciali e a domicilio). Probabilmente mancano del tutto o quasi le morti del sabato sera, la guida in stato di ubriachezza e gli incidenti notturni, visto che attualmente possono legittimamente circolare di notte quasi esclusivamente i corrieri, chi consegna i giornali e le forze dell’ordine.

Poiché con pochi veicoli in giro aumentano le velocità medie, è probabile che in proporzione ai veicoli circolanti gli incidenti siano di più e più gravi. Una statistica relativa alla città di Los Angeles ha verificato che di fronte a una diminuzione del 60% del traffico la diminuzione degli incidenti è stata solo del 50%.

Tweet di Mario Calabresi

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Motori e dolori, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...