Il sindaco che è contento di tagliare gli alberi (ma poi si pente in video) [AGGIORNAMENTO]

Questo eucalipto alto 22 metri, circonferenza 4,5, è stato abbattuto in piazza D’Azeglio a Viareggio il 2 dicembre 2020. Foto da Viareggio Civica.

Il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro è contento di annunciare il taglio degli alberi, i progetti di nuove strade e di nuovi costosi parcheggi interrati.

Inoltre, nonostante sia obbligatorio, in quasi sei anni di mandato (attualmente ha appena iniziato il secondo) non ha mai varato il Piano del Verde.

È, con ogni evidenza, un sindaco che odia gli alberi, o almeno sottovaluta il loro valore storico, ecologico e di risorsa turistica.

Questo in un comune che ha due pinete storiche, una spiaggia libera con dune e macchia mediterranea, ampie zone umide, parte del lago di Massaciuccoli nel suo territorio. Un comune che vede nel turismo una delle sue risorse principali.

Qui il sindaco che annuncia lietamente l’abbattimento di alcuni pini marittimi a Torre del Lago Puccini, senza dare alcuna notizia sulla loro eventuale sostituzione:

Immagine dalla pagina Facebook del Sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro, un sindaco che forse non ama gli alberi.

A proposito dell’eucalipto di piazza D’Azeglio, a seguito delle numerose proteste dei cittadini, il sindaco ha fatto un video di giustificazioni, affermando che l’albero in questione era pericoloso. Nel video ha anche affermato di tagliare gli alberi ‘con dolore’, cosa che però non appare nel post di pochi giorni prima che vediamo sopra.

Qui il video di spiegazioni del sindaco, preparato abbastanza in fretta e furia, come si vede dal refuso. Il motto della ‘Sicurezza prima di tutto’ sembra non valere per gli incidenti stradali: a Viareggio oltre cento all’anno, con morti e feriti.

A proposito del pericolo da alberi così paventato dal sindaco: a Viareggio ci sono circa cento incidenti stradali l’anno, con alcuni morti e numerosi feriti ogni anno. In fatto di incidenti stradali non si vede la stessa solerzia nel fronteggiare il problema. Il motto ‘La sicurezza prima di tutto’ in quel caso non vale.

  • Se tagli 100 alberi e ne pianti 100 non è un delitto (ma il bilancio è ancora negativo: gli alberi giovani dal punto di vista ambientale producono meno ossigeno e incorporano meno anidride carbonica rispetto a quelli adulti)
  • Se tagli 100 alberi e ne pianti 150 o 200 stai facendo un lavoro di manutenzione e crescita del verde.
  • Se tagli 100 alberi e poi asfalti, sei un cretino.

Qui la petizione su Change per fermare il taglio dissennato di alberi a Viareggio. Se sei d’accordo firma subito.

Qui altri articoli e approfondimenti sul libro nero di Viareggio e le sue spesso dissennate politiche urbanistiche, oggi e nel passato (link a eventuali fonti all’interno degli articoli):

[AGGIORNAMENTO 8 dicembre 2020] L’eucalipto abbattuto è risultato affetto da necrosi del legno per il 20% del fusto. Soggetto a perizia visiva, è stato immediatamente abbattuto anche se, secondo alcuni agronomi, avrebbe potuto essere curato e vivere ancora molti anni.

L’albero era monumentale, aveva circa 115 anni di età e non risulta che ci fossero state né perizie precedenti né tentativi di cura o manutenzione speciale per scongiurare l’abbattimento.

Considerando che Viareggio manca del Piano del Verde obbligatorio e che l’attuale sindaco ha presentato in prossimità della campagna elettorale un progetto di costruzione di un parcheggio sotterraneo proprio in piazza D’Azeglio (dove si sta procedendo ad altri abbattimenti di alberi), è legittimo supporre che l’Amministrazione non avesse a cuore la sorte e la vita dell’eucalipto monumentale abbattuto.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Viareggio e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...