Il ruolo dell’alcol negli incidenti stradali: nel 90% dei casi gli automobilisti sono perfettamente sobri [Carabinieri, Polizia, Polizie Locali]

Immagine dal Tirreno, cronaca della Versilia. L’auto è andata da sola contro l’edicola, per colpa del semaforo, naturalmente.

Molti credono che un ruolo fondamentale negli incidenti stradali sia determinato dall’alcol o dall’abuso di sostanze stupefacenti alla guida.

Purtroppo non è così: la maggior parte degli automobilisti, quando hanno un incidente sono perfettamente sobri.

L’Istituto superiore di Sanità (ISS) stima che gli incidenti stradali alcol correlati in Italia sono pari al 30-35% degli incidenti mortali: dunque nel nostro Paese nel 2012 il numero di vittime al volante a causa dell’abuso di alcol si attesterebbe a circa 1.100-1.300.

Questo significa che circa in due terzi dei casi di incidente con morti i conducenti coinvolti sono risultati perfettamente sobri.

Nel caso più generale degli incidenti con lesioni (circa 170.000 nel 2017), alcuni dati possono essere desunti dalle sanzioni erogate da carabinieri, polizia e polizia locale:

Da tali dati risulta che, in totale per i due organi di rilevazione, sono 4.575 gli incidenti stradali per i quali almeno uno dei conducenti dei veicoli coinvolti era in stato di ebbrezza e 1.690 sotto l’effetto di stupefacenti, su un totale di 58.583 incidenti. Il 7,8% e 2,9% degli incidenti rilevati dai Carabinieri e dalla Polizia Stradale è correlato dunque, rispettivamente ad alcol e droga, percentuali in aumento rispetto al il 2015 quando erano pari al 7,6% e al 2,3%.

Anche le Polizie Locali di alcuni Comuni capoluogo (nei cui territori risiedono oltre 17 milioni di abitanti) hanno reso disponibile il numero di sanzioni elevate in caso di incidente , pari rispettivamente a 2.126 e 462 e in aumento rispetto al 2016, per guida in stato di ebbrezza e per uso di droghe.

Dati dal documento del Ministero della Salute: GLI INCIDENTI STRADALI E LE VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA STRADA.

Praticamente:

Nel totale degli incidenti con lesioni (circa 170.000 rilevati nel 2017), in Italia solo il 10% circa sono stati causati o hanno avuto come concausa l’uso di alcol o droghe.

Ovvero: in attesa di migliori rilevazioni da parte dell’Istat, in base alle sanzioni post-incidente della varie forze di polizia si può stimare che il 90% degli incidenti sono causati da distrazione, imprudenza, errore dell’automobilista, eccesso di velocità, mancata precedenza, tutti errori o imprudenze commesse da parte di automobilisti perfettamente sobri.

Il documento del Ministero della Salute può essere scaricato anche qui:

Qui altri articoli e approfondimenti sul tema degli incidenti stradali (link alle fonti all’interno degli articoli):

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...