Mercedes 300SL ‘Ali di gabbiano’ con abitacolo ammazza-automobilisti

La Mercedes 300SL negli anni 50 e 60 del secolo scorso è stata un’auto iconica, anche grazie alle sue innovative (e pericolose) portiere ad ali di gabbiano.

Ma anche, come tutte le auto della sua epoca, un’automobile estremamente pericolosa, dal design profondamente difettoso e incompleto per quel che riguarda gli aspetti della sicurezza.

In automobili di quel genere bastava un modesto tamponamento per correre gravi pericoli, dalla morte alle lesioni permanenti. Nel caso specifico, oltre ai problemi abituali (volante e cruscotto contundenti, assenza di poggiatesta e cinture, assenza di strutture collassabili per assorbire gli urti esternamente all’abitacolo) c’è anche l’aggravante delle portiere ad ali di gabbiano, sempre molto ammirate dagli appassionati, ma particolarmente pericolose in caso di incidente perché soggette a bloccarsi impedendo l’apertura e i soccorsi, soprattutto in caso di ribaltamento.

Lo dimostrano le serie storiche delle statistiche degli omicidi stradali e degli incidenti stradali. La proporzione di morti, feriti e incidenti era estremamente alta rispetto ad oggi (quando, nonostante le varie strategie ‘incidenti zero’, siamo ancora ben lontani da una vera sicurezza stradale).

C’è chi si oppone a queste analisi critiche sostenendo che i difetti delle auto d’epoca andrebbero contestualizzati al periodo storico e alla tecnologia disponibile. Chi avanza questa obiezione dovrebbe sapere che l’industria dell’auto (quando ha le mani libere) ha sempre privilegiato l’estetica, le prestazioni velocistiche o la riduzione dei costi alla sicurezza. Poteva fare auto più sicure, ma non lo faceva, per questioni di costi o di marketing.

Privilegiava marketing e prestazioni all’inizio della sua storia e lo fa anche oggi: L’ipocrisia dell’industria automobilistica: a parole grandi promesse di sicurezza, ma nelle scelte concrete di design… [AGGIORNAMENTO].

Qui altri articoli e approfondimenti sulla storia dell’automobile e sul suo design (link a eventuali fonti all’interno degli articoli):

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Design automobilistico, Storia dell'automobile e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...