Come fanno a formarsi il traffico, le code e i rallentamenti sulle strade?

Code e rallentamenti si formano quando il numero di veicoli in transito è troppo alto per la capacità della strada e quando ci sono discontinuità nello scorrimento dei veicoli.

Il problema del traffico è particolarmente sensibile per le automobili. Bici e pedoni sono molto più efficienti nell’uso dello spazio, per cui è molto raro trovarsi in situazioni per cui il flusso di pedoni o ciclisti è talmente intenso da costringere a fermate continue.

La capacità teorica di una corsia stradale è pari a circa 2.000 automobili l’ora, circa 7.500 biciclette e un numero anche maggiore di pedoni. La capacità reale è circa il 20–30% inferiore per tutte e tre le categorie, e in condizioni ideali che sono più difficili da ottenere proprio per le automobili. Quando ci sono incroci, semafori, auto parcheggiate in seconda fila, passaggi pedonali e altri ostacoli o imprevisi, la capacità diminuisce ulteriormente. Ergo: in città è più facile che ci sia traffico intenso, code prima-seconda e rallentamenti.

Inoltre, controintuitivamente per molti automobilisti che non riescono a capire questo concetto, la capacità massima si raggiunge solo se le auto procedono a velocità molto moderata (20–30 km/h) e tengono accuratamente le distanze. È anche il motivo per cui bici e pedoni sono più efficienti: oltre a occupare molto meno spazio, in caso di flusso molto intenso raramente vanno a più di 3-4 km/h per i pedoni e 10–15 km/h per le bici.

Questo spiega il motivo per cui si formano le code di automobili, persino in autostrada in assenza di incidenti: troppe auto in breve tempo per le dimensioni della strada, discontinuità e imprevisti sul percorso (comprese le normali uscite in autostrada: in prossimità dell’uscita molti cambiano corsia e rallentano per uscire, inducendo ondate di frenate e rallentamenti dietro di loro se il traffico è intenso), e intralcio reciproco fra le auto stesse. Il tentativo di alcuni di superare le auto davanti peggiora le cose: i tentativi di sorpasso, le accelerazioni e le frenate inducono ulteriori discontinuità che peggiorano la situazione per i veicoli che seguono.

Allargare le strade e costruirne di più di solito non risolve il problema. Per il fenomeno della domanda indotta, in genere quando si costruisce una nuova strada in breve tempo (da sei mesi a due anni) il traffico aumenta fino a saturare la nuova capacità.

Qui ci sono due video che illustrano come si formano le code: Vuoi fluidificare il traffico? Rallentalo

Qui altri quiz per verificare se conosci veramente automobili, traffico, biciclette e altri problemi di mobilità urbana.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Quiz. Verifica la tua conoscenza del codice della strada e dei problemi della mobilità urbana e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...