Ogni 14 ore in Italia muore un pedone, ucciso da un mezzo a motore. In Italia circa 21.000 pedoni feriti, 600 uccisi ogni anno. Casco obbligatorio per i pedoni? [Video, Bringyourbike]

Giro in bicicletta a Firenze, dove la stazione di Santa Maria Novella ha un parcheggio per biciclette da 800 posti, ma dove c’è anche un sindaco che periodicamente pensa di risolvere i problemi di sicurezza stradale con il casco obbligatorio per ciclisti e monopattini.

Peccato che il casco obbligatorio sia controproducente: non previene gli incidenti e non protegge né ciclisti né monopattinatori dall’investimento di auto, furgoni e camion. Infatti non è obbligatorio in Olanda e Danimarca (dove la bicicletta viene usata dal 90% dei cittadini, qualcuno saltuariamente, qualcuno tutti i giorni), né in Francia, Spagna, Germania, Svezia, Norvegia né molti altri paesi europei. Si fa più in fretta a dire quali paesi europei prevedono il casco obbligatorio per i ciclisti: praticamente solo la Gran Bretagna.

Inoltre, a parte l’uso sportivo, le probabilità di trauma cranico sono circa simili guidandol’auto, pedalando in bici e camminando per la strada. Infatti, come numero assoluto, i traumi cranici in auto sono molto maggiori rispetto ai traumi cranici durante qualsiasi altra attività. Inoltre in quasi tutti gli incidenti automobilistici gravi, i feriti e i morti coinvolti hanno subito un trauma cranico (da solo o insieme ad altre ferite).

Infatti, se è inquietante scoprire che in Italia muoiono circa 250 ciclisti l’anno (in gran parte investiti da mezzi a motore, e in gran parte anziani sopra i 65 anni), va sottolineato che le persone che muoiono attraversando la strada a piedi (ma in qualche caso anche investiti da automobili sui marciapiedi e nelle aree pedonali) sono circa 600 l’anno (più del doppio dei ciclisti), con circa 21.000 feriti.

Quindi, concludendo: se il casco obbligatorio per i ciclisti proposto dal simpatico sindaco violinista Dario Nardella fosse un provvedimento utile, sarebbe utile anche per gli automobilisti (che subiscono il maggior numero di traumi cranici in termini assoluti) e anche per i pedoni (che, in numeri assoluti, vengono investiti dalle auto in misura più che doppia rispetto a ciclisti).

Nel video Loreto Valente intervista il presidente di Fiab Firenze Luca Polverini, che fa da cicerone in bici in giro per la città.

Qui il canale Youtube di Bringyourbike con numerosi altri video sul tema della mobilità sostenibile, della vita in bicicletta, del cicloturismo, del ciclismo urbano.

Qui altri articoli e approfondimenti sul tema del ciclismo urbano, del casco e dei traumi cranici (link alle fonti all’interno degli articoli).

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ogni 14 ore in Italia muore un pedone, ucciso da un mezzo a motore. In Italia circa 21.000 pedoni feriti, 600 uccisi ogni anno. Casco obbligatorio per i pedoni? [Video, Bringyourbike]

  1. Federico ha detto:

    come dire, siccome non riusciamo a governare le auto > dovete mettere il casco

    "Mi piace"

  2. Giancarlo Brunelli ha detto:

    Come dire anche: quanto incompetenti sono questi amministratori. Potrebbero avere almeno l’umiltà di chiedere a chi ne sa di più

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...