È meglio camminare o andare in bicicletta?

In bicicletta si possono trasportare più cose, rispetto a camminare. Qui una cargo bike con capiente cassone anteriore. Una bici normale può avere borse laterali e uno o due portapacchi.

Dipende dalle proprie esigenze personali, da eventuali problematiche fisiche e dagli obiettivi.

Esigenze personali

  • Se devi trasportare cose e fare diversi km, meglio la bici: puoi andare più lontano e, fra borse laterali, portapacchi, rimorchio o eventuale cargo bike invece della bici normale, puoi trasportare molto di più di quello che puoi portare a piedi;
  • Se devi percorrere distanze superiori a uno o due km, la bici è molto meno faticosa e più rapida rispetto a camminare;

Problematiche fisiche

  • Se sei sovrappeso, è meglio la bicicletta, perché non sovraccarichi le ginocchia, salvo percorsi molto brevi;
  • È meglio la bicicletta anche se hai problemi specifici alle ginocchia o alle caviglie, per lo stesso motivo;
  • Se invece hai problemi alla schiena, potrebbe essere meglio camminare, oppure, se vuoi usare la bici, è necessario studiare bene la tua posizione sulla bicicletta adottandone una se non su misura quantomeno dal telaio ben scelto e con manubrio e sellino regolati con l’aiuto di un esperto;
  • Se non vuoi sudare, meglio la bicicletta: con una bici tradizionale basta tenere un’andatura moderata e avere un effetto rinfrescante grazie al movimento; con una bici elettrica a pedalata assistita puoi percorrere distanze maggiori e superare anche discrete salite senza troppa fatica (dipende dal livello di assistenza che richiedi al motore elettrico);

Obiettivi

  • Se devi andare al lavoro, la decisione dipende dalla distanza e dall’itinerario, comprese valutazioni sulla pericolosità del tragitto a causa del traffico automobilistico, e la presenza di piste ciclabili, aree pedonali, ztl e parchi accessibili alle biciclette;
  • Se devi fare attività fisica, la decisione dipende anche dal tempo disponibile: mezzora camminando svelto è un buon allenamento aerobico e cardiovascolare, mentre pedalare mezzora può essere utile ma insufficiente, visto che la bicicletta – a pari velocità – utilizza circa un quinto dell’energia necessaria a camminare o correre.

In sintesi: camminare è molto più semplice e agile: basta vestirsi e indossare le scarpe. Pedalare è più versatile: puoi percorrere distanze maggiori, vai più veloce, puoi trasportare bagagli anche importanti. Per l’uso della bici inoltre bisogna valutare le possibilità di parcheggio sicuro a destinazione. In tutti i casi, sempre legare bene la bici e non risparmiare sul lucchetto.

Qui altri quiz per verificare se conosci veramente automobili, traffico, biciclette e altri problemi di mobilità urbana.

Dalla mia risposta su Quora

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...