Incidenti sul lavoro e incidenti stradali sono strettamente correlati: 40% dei morti sul lavoro avvengono in strada [dati Inail]

Nel 2019 su 1.156 infortuni mortali sul lavoro, ci sono stati 254 morti in itinere, andando o tornando dal lavoro, e 216 in occasione del lavoro (quindi tassisti, camionisti, persone addette alle consegne con automezzi o altri veicoli), per un totale di 470 morti in strada.

470 su 1.156. Dati pre-covid e quindi non influenzati da fenomeni come smart working, coprifuoco, riduzione del traffico automobilistico causati da lockdown e restrizioni anti-covid.

Così sintetizza l’Inail:

Le denunce di infortunio con veicolo coinvolto sono circa 92mila. Oltre 73mila casi, pari a circa tre denunce di infortunio in itinere su quattro, hanno visto un veicolo coinvolto, a conferma dei rischi legati alla circolazione stradale, dai quali dipendono anche gli infortuni avvenuti in occasione di lavoro con mezzo di trasporto coinvolto, come quelli di camionisti e tassisti, per i quali nel 2019 sono state presentate quasi 19mila denunce. Le denunce di infortunio con veicolo coinvolto, in itinere e in occasione di lavoro, sono dunque circa 92mila, pari a circa il 14% del totale delle denunce e in diminuzione del 2,9% rispetto al 2018. I casi mortali “stradali” denunciati nel 2019 sono invece 470 (254 in itinere e 216 in occasione di lavoro), pari al 41% del totale, percentuale che aumenta ulteriormente se si prendono in considerazione soltanto i casi accertati positivamente.  

Qui l’intero comunicato dell’Inail: Nel 2019 denunciati 1.156 infortuni mortali sul lavoro, più del 40% è legato al “rischio strada”.

Incidenti sul lavoro e incidenti stradali sono entrambi due problemi grandemente sottovalutati. E nessuno, su giornali e interviste, sottolinea la loro relazione, men che meno i grandi sindacati, strettamente impegnati nell’industria automobilistica e quindi in una situazione di conflitto di interessi sul tema.

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Ciclismo urbano, Prevenzione incidenti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...