La piaga delle auto parcheggiate sui marciapiedi. 87% dei genitori costretti a camminare in strada per accompagnare i bambini [Living Streets, Yougov, UK]

Immagine da Living Streets

Gli automobilisti non sono maleducati solo in Italia. Anche in Gran Bretagna parcheggiano spesso sul marciapede, intralciando i genitori che accompagnano i bambini a scuola: secondo un sondaggio di Yougov commissionato dalla Walking and Cycling Alliance l‘87% dei genitori britannici lamenta di dover camminare in strada perché i marciapiedi vicino alle scuole sono spesso occupati da auto parcheggiate (da altri genitori).

In genere gli automobilisti, se non trovano un parcheggio regolare, si preoccupano:

  • prima di tutto delle probabilità di prendere una multa (basse),
  • poi di non intralciare le altre auto (la via è stretta? Metto le ruote sul marciapiede),
  • e solo per ultimo si pongono il problema dell’eventuale intralcio a pedoni, anziani, disabili, genitori col passeggino.
  • Il problema lo risolvono così: ‘tanto sto solo cinque minuti’ oppure così: ‘caso mai basta girare a piedi intorno alla macchina’.

Non si rendono conto, o fanno finta di non rendersi conto, che non tutti i pedoni sono giovani agili e dai riflessi pronti che possono agevolmente allungare il loro tragitto di dieci o venti metri per aggirare l’auto o passare la straada e andare sul marciapiede opposto (se c’è).

Molti pedoni sono anziani, hanno le borse della spesa, sono stanchi per aver camminato a lungo, spingono un passeggino, accompagnano dei bambini, spingono una sedia a rotelle, circolano su mezzi elettrici per disabili che hanno bisogno di marciapiedi larghi e liberi per circolare, oppure di poter transitare agevolmente sulle piste ciclabili, quando sono presenti, usando scivoli e marciapiedi che devono essere costruiti bene e lasciati liberi da auto parcheggiate.

Insomma, gli automobilisti che parcheggiano sui marciapiedi non si rendono conto del grave intralcio che causano alle persone più deboli della società: anziani, disabili e bambini.

Lo stesso discorso vale anche per gli automobilisti e i guidatori di furgoni che parcheggiano ‘un minuto’ sulle piste ciclabili, costringendo i ciclisti a pericolose gimcane per superare l’auto o il furgone fermi sulla pista.

Qui l’intero articolo; 87% OF PARENTS FORCED INTO THE ROAD BY PAVEMENT PARKING [Living Streets, sondaggio di Yougov]

Informazioni su Gianni Lombardi

Autore di libri e scrittore freelance. Ex pubblicitario. Ex segretario ADCI, IAB. Istruttore di Yoga. Copywriter. -Blog, E-mail, Facebook, Twitter, Web. Libri: http://owl.li/CESmh https://twitter.com/benzinazero
Questa voce è stata pubblicata in Camminare in città e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La piaga delle auto parcheggiate sui marciapiedi. 87% dei genitori costretti a camminare in strada per accompagnare i bambini [Living Streets, Yougov, UK]

  1. Giancarlo Brunelli ha detto:

    Maleducazione automobilistica diffusa

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...